Armi e munizioni, due arresti nel Vibonese

Pistola e proiettili sono stati trovati dai carabinieri nel corso di una perquisizione all’interno di un’auto

Pistola e proiettili sono stati trovati dai carabinieri nel corso di una perquisizione all’interno di un’auto

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I carabinieri della Stazione di Serra San Bruno hanno tratto in arresto, in flagranza dei reati di detenzione e porto abusivo di arma clandestina e munizioni, Antonio Iellamo, 59 anni, e Nicola Boragina, 53 anni, rispettivamente di Monterosso Calabro e San Nicola da Crissa. I militari dell’Arma, durante un controllo alla circolazione stradale hanno intimato l’alt all’autovettura condotta dal 59enne. Durante le verifiche dei documenti di guida e di circolazione, i carabinieri – insospettiti dal loro atteggiamento – hanno deciso di approfondire il controllo ed eseguire una perquisizione personale e veicolare, all’esito della quale hanno rinvenuto, ben occultata all’interno della tasca del sedile anteriore lato passeggero, una pistola semiautomatica, di marca Walther, modello Ppk caibro 7,65, con matricola abrasa completa di serbatoio contenente cinque proiettili dello stesso calibro. I due, non avendo dato alcuna giustificazione sulla provenienza dell’arma, sono stati dichiarati in stato di arresto e condotti nel carcere di Vibo Valentia. L’arma sequestrata sarà inviata al Ris di Messina per i successivi accertamenti scientifici e balistici. 

Informazione pubblicitaria