Una tartaruga ferita salvata sulla spiaggia di Zambrone

Presa in carico dalla Guardia costiera e poi dal centro recupero di Montepaone per le cure del caso. Una volta guarita potrà ritornare in mare

Presa in carico dalla Guardia costiera e poi dal centro recupero di Montepaone per le cure del caso. Una volta guarita potrà ritornare in mare

Informazione pubblicitaria
La tartaruga salvata a Zambrone
Informazione pubblicitaria

Una bella pagina d’amore per l’ambiente, che racconta anche la bellezza e la ricchezza delle coste calabresi, sempre più minacciate però dall’inquinamento che rischia di minare uno straordinario ecosistema. L’hanno scritta Domenico Brogna, Rosario Franzé e Carlo Grillo, che questo pomeriggio, al largo di Zambrone, nello specchio acqueo antistante il camping Calabria Verde, hanno salvato un magnifico esemplare di tartaruga, impigliata e ferita da ami e cordami arrotolati attorno ad un vecchio contenitore, probabilmente usato come galleggiante da qualche pescatore. I tre uomini l’hanno caricata su una barca e l’hanno condotta a riva.

Informazione pubblicitaria

A questo punto è stata allertata la Guardia costiera che a sua volta ha sollecitato l’intervento del Centro di recupero di Montepaone, alle cui cure è stata quindi affidata. La tartaruga, malgrado la disavventura, appare in buona salute e presto potrebbe tornare al suo habitat naturale. In spiaggia grande partecipazione emotiva da parte di bagnanti e turisti presenti alle operazioni di salvataggio. Presenti soprattutto molto bambini, che hanno assistito ad una vera lezione d’amore per il nostro mare ed il suo meraviglioso patrimonio.