Pizzo, la Guardia costiera sequestra ombrelloni e lettini abusivi

L’intervento ha restituito alla libera fruizione da parte dei bagnanti circa 200 metri quadrati di spiaggia prima occupata senza autorizzazione

L’intervento ha restituito alla libera fruizione da parte dei bagnanti circa 200 metri quadrati di spiaggia prima occupata senza autorizzazione

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

 

Informazione pubblicitaria

Personale della Capitaneria di porto di Vibo Marina ha sequestrato, in località Malfarà nel comune di Pizzo, 17 ombrelloni e altrettanti lettini arbitrariamente posizionati sulla spiaggia da una struttura ricettiva del luogo. Gli agenti hanno accertato che per l’occupazione non era stata ancora rilasciata alcuna autorizzazione da parte dell’Ufficio demanio del Comune di Pizzo. Le attrezzature balneari sono state rimosse e sottoposte a sequestro. L’intervento ha permesso di restituire alla libera fruizione 200 metri quadri circa di spiaggia. L’attività condotta dalla Guardia Costiera di Vibo Valentia si inserisce nella cornice più ampia dell’operazione nazionale Mare Sicuro organizzata dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera e coordinata, a livello regionale, dalla Direzione Marittima di Reggio Calabria al fine di garantire una stagione tranquilla a bagnanti e diportisti ed assicurare la libera fruizione degli arenili da parte dei cittadini.