Capo Vaticano: i giudici nominano un verificatore per la sbarra di località Meschita

Il Consiglio di Stato vuole una relazione sullo stato dei luoghi per decidere se uno degli accessi alla spiaggia di Grotticelle deve restare chiuso. Il Tar in primo grado ha annullato l’ordinanza di demolizione del Comune di Ricadi

Il Consiglio di Stato vuole una relazione sullo stato dei luoghi per decidere se uno degli accessi alla spiaggia di Grotticelle deve restare chiuso. Il Tar in primo grado ha annullato l’ordinanza di demolizione del Comune di Ricadi

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Nuova ordinanza del Consiglio di Stato per la vicenda che vede opposti il Comune di Ricadi e Francesca Corrarello, titolare del villaggio Eden, per la sbarra di località Meschita che conduce alla spiaggia di Grotticelle. I giudici amministrativi di secondo grado, al fine di decidere sulla controversia, hanno infatti ritenuto necessario disporre una verifica sui luoghi interessati dall’ordinanza di demolizione del Comune di Ricadi – datata 21 novembre 2017 – di alcune opere ritenute abusive (una sbarra in ferro, più ogni opera ad essa connessa) che impediscono di raggiungere il parcheggio comunale di località Meschita a Capo Vaticano. Ordinanza di demolizione annullata in primo grado dal Tar. [Continua dopo la pubblicità]

Informazione pubblicitaria

Per le verifiche sul posto, il Consiglio di Stato ha deciso di nominare, quale organismo verificatore, il direttore del Provveditorato interregionale per le Opere pubbliche della Sicilia e della Calabria – Ufficio di Catanzaro, con facoltà di delega. Tale figura dovrà in particolare, svolti i necessari accertamenti, anche sul posto, descrivere “la situazione dei luoghi, pure attraverso idonea documentazione fotografica e spiegare se la sbarra ed il tratto di strada intercluso da quest’ultima si trovino sulla particella “n.151 e/o la contermine 772/a”, come sostenuto dal Comune di Ricadi, oppure sulla particella 1486, come sostenuto dall’appellata, acquisendo il titolo di proprietà della particella interessata, qualora non già in atti”. Il verificatore dovrà inoltre spiegare ai giudice amministrativi di secondo grado dove “conduce il tratto di stradina intercluso dalla sbarra e se il preliminare di permuta di cui parla l’appellata interessi o meno il tratto de quo, nonché se la procedura di cui alla deliberazione n. 60/1985 del Comune di Ricadi sia stata portata a termine”. La verificazione avrà luogo entro il termine del 30 settembre prossimo e si svolgerà in contraddittorio fra le parti che il verificatore dovrà opportunamente avvisare. La relazione conclusiva sarà depositata entro il termine del 15 ottobre. Niente accesso sulla spiaggia di Grotticelle – passando dalla strada limitrofa al villaggio Eden e che conduce al parcheggio comunale – per tutta l’attuale stagione estiva, quindi. Il merito del ricorso sarà discusso il 28 novembre prossimo. L’ordinanza di demolizione con la quale l’ufficio tecnico ed il servizio Urbanistica del Comune di Ricadi (difeso dall’avvocato Domenico Sorace) avevano sottolineato che la strada è sempre stata aperta al pubblico transito e “non può essere sottratta alla sua destinazione in funzione di un interesse privato”, resta dunque allo stato annullata e priva di efficacia. Francesca Corrarello è invece assistita dagli avvocati Rosa Maria Laria e Francesco Cardone.   LEGGI ANCHE: Capo Vaticano: Tar annulla demolizione della barra sulla strada di località Meschita

Capo Vaticano: spiaggia di Grotticelle, confermata la barra sulla strada di località Meschita

Capo Vaticano: per la strada di località Meschita si va al Consiglio di Stato