Serra San Bruno, sequestrati 50 chili di pesce e chiusa una pescheria

Controlli dei carabinieri del Nas di Catanzaro sulla tracciabilità del prodotto e le condizioni igieniche dei locali

Controlli dei carabinieri del Nas di Catanzaro sulla tracciabilità del prodotto e le condizioni igieniche dei locali

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Personale del Nas di Catanzaro, nel corso di specifici servizi per accertare la regolarità dei prodotti ittici, ha effettuato un controllo in una pescheria ubicata nel centro di Serra San Bruno che ha portato al sequestro di 50 chilogrammi di pesce fresco privo delle indicazioni riguardanti la tracciabilità del prodotto. I militari dell’Arma, intervenuti insieme al personale del servizio veterinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, hanno anche proceduto alla chiusura dell’attività della pescheria in cui era in vendita il prodotto non tracciabile a causa delle “gravissime carenze igienico-sanitarie e strutturali che – spiegano i carabinieri in una nota stampa – ne compromettevano l’esercizio, con pregiudizio per la salute pubblica”.

Informazione pubblicitaria