Papa Francesco conferisce un altro importante incarico a monsignor Massara

L’arcivescovo di Camerino e San Severino Marche nominato amministratore apostolico anche di un’altra diocesi: «Grande responsabilità, che affronterò con premura ed ascolto reciproco»

L’arcivescovo di Camerino e San Severino Marche nominato amministratore apostolico anche di un’altra diocesi: «Grande responsabilità, che affronterò con premura ed ascolto reciproco»

Informazione pubblicitaria
L'ordinazione episcopale di don Massara

Arriva un altro importante incarico per monsignor Francesco Massara, figlio della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea nativo di Drapia. All’attuale 54enne arcivescovo di Camerino e San Severino Marche, infatti, a partire dal 26 luglio Papa Francesco ha deciso di assegnare un altro significativo e gravoso compito: il ruolo di amministratore apostolico della confinante diocesi di Fabriano-Matelica, con tutte le facoltà di vescovo e in sostituzione del predecessore monsignor Stefano Russo. Il tutto, nell’ottica di una futura, diversa conformazione territoriale che porterà ad una revisione dei confini. «Vengo da voi – afferma oggi monsignor Massara, rivolto ai fedeli della nuova diocesi che si appresta ad amministrare apostolicamente – con gioia anche se non con poche preoccupazioni. La responsabilità a me affidata esattamente ad un anno dalla mia nomina episcopale è talmente alta e impegnativa che, per non venire meno ai miei doveri di padre e pastore, occorrerà trovare nuovi ritmi di vita, ma soprattutto tempi e modi per essere vicino a tutti e ciascuno con premurosa attenzione ed ascolto fecondo, in modo da poter essere, fin quando il Signore vorrà, pastore secondo il suo cuore». 

Monsignor Franco Massara è stato eletto arcivescovo di Camerino-San Severino Marche nel luglio dello scorso anno, mentre svolgeva la funzione di parroco di Limbadi, portandosi con sé come segretario il miletese don Domenico Romano. In precedenza aveva guidato per 9 anni la comunità di Vazzano, per poi trasferirsi a Roma e rivestire per ben 13 anni importanti incarichi presso la Santa Sede. Quindi la chiamata da parte di Papa Bergoglio a trasferirsi in terra marchigiana, per guidare una comunità di fedeli ancora oggi alle prese con le laceranti ferite inferte loro dal terremoto che nel 2016 si è abbattuto nella zona, dopo questo nuovo incarico di amministratore apostolico divenuta ancora più numerosa.

LEGGI ANCHEOrdinazione di monsignor Massara, ecco il tratto distintivo del nuovo arcivescovo di Camerino

Don Francesco Massara arcivescovo di Camerino: «Vengo a condividere speranze e sofferenze» – Video