domenica,Ottobre 2 2022

Falsa dichiarazione, assolta a Vibo la moglie di un imputato per narcotraffico

Sentenza del Tribunale per una vicenda iniziata nel 2016 nei confronti della coniuge di uno dei principali protagonisti dell’operazione Stammer

Falsa dichiarazione, assolta a Vibo la moglie di un imputato per narcotraffico

Il Tribunale di Vibo Valentia ha assolto per non aver commesso il fatto Antonina Gatto, 40 anni, di Mileto, dall’accusa di falsa dichiarazione in materia di detenzione di armi. L’imputata era accusata di non aver dichiarato nel 2016 alla Questura che il marito Rocco Iannello (coinvolto nell’operazione Stammer e condannato lo scorso 16 febbraio in appello a 15 anni per narcotraffico internazionale) era un familiare convivente. A distanza di un mese, Rocco Iannello veniva tratto in arresto e gli arresti domiciliari venivano eseguiti nella medesima abitazione dell’imputata. Da qui l’accusa di falsa dichiarazione. In sede di discussione, la difesa ha eccepito che non vi è stato un accertamento finalizzato a verificare se nel momento in cui la dichiarazione è stata presentata in Questura vi era un’effettiva convivenza tra i coniugi. Antonina Gatto era difesa dagli avvocati Giuseppe Di Renzo e Tommaso Zavaglia.

Articoli correlati

top