lunedì,Aprile 19 2021

“Caso Dell’Acqua”, per il Movimento 14 luglio la petizione è «Un’espressione d’adesione»

Per il comitato civico nicoterese la cronista del Quotidiano del Sud avrebbe «inventato di sana pianta un’iniziativa persecutoria ai suoi danni»

“Caso Dell’Acqua”, per il Movimento 14 luglio la petizione è «Un’espressione d’adesione»

«In virtù dell’infondata accusa, tra le altre, di essere quattro gatti, abbiamo inteso realizzare in chiaro una pubblica sottoscrizione del documento, che non è una petizione contro qualcuno, ma manifestazione d’adesione al movimento e a quella versione dei fatti da parte dei singoli».

È quanto sostiene il “Movimento 14 luglio” in merito alla petizione che sarebbe stata avviata contro la giornalista del Quotidiano del Sud Enza Dell’Acqua in merito ad alcuni suoi articoli sulla potabilità dell’acqua a Nicotera, nel Vibonese.

Nicotera, s’infiamma lo scontro tra il Movimento 14 luglio e la cronista Enza Dell’Acqua

«Le comunicazioni della signora Enza Dell’Acqua occasionate da una nostra replica a il Quotidiano del Sud – prosegue il Comitato in un post sul proprio profilo Facebook – inventano di sana pianta una persecutoria petizione di cui lei sarebbe obiettivo. Che si tratti di equivoco o di truffaldino vittimismo poco importa. Sta di fatto che noi, in base a un diritto di opinione e parola che non ci si riconosce, a giudicare da certi post, abbiamo inteso replicare ad alcuni articoli a nostro giudizio disinformativi, offensivi e diffamatori verso tutto il movimento. Questa – conclude il Movimento – la verità. Chi da adito ad altre interpretazioni dell’iniziativa senza nemmeno aver letto la replica rientra nel novero dei detrattori per partito preso del movimento. Si tratti di motivi di interesse, collusione con le male gestioni che combattiamo, antipatia umana o motivi ideologici (che sono quanto di più insensato, data l’assoluta eterogeneità d’appartenenza politica dei membri del 14 luglio) non ci interessa». (Ansa)

top