VIDEO | Domenico Currao, eroe dimenticato

La storia del giovane caporalmaggiore della Folgore, vibonese di nascita, ucciso dall’uranio impoverito, è stata ripercorsa nel corso della trasmissione di LaC “La nostra domenica” che ha ospitato il commosso ricordo della madre.

La storia del giovane caporalmaggiore della Folgore, vibonese di nascita, ucciso dall’uranio impoverito, è stata ripercorsa nel corso della trasmissione di LaC “La nostra domenica” che ha ospitato il commosso ricordo della madre.

Informazione pubblicitaria

Si chiamava Domenico Currao ed era caporalmaggiore della Folgore. Un eroe dei nostri giorni, scomparso prematuramente in un giorno di luglio del 2008, a soli 24 anni, a causa di un male incurabile contratto nel corso di una delle missioni di pace alle quali aveva preso parte nella sua breve ma intensa carriera militare.

Una delle tante, troppe, morti per uranio impoverito. Contro quella malattia, il “rabdiosarchioma alveolare” il militare, vibonese di nascita, lottò per circa un anno prima di arrendersi definitivamente.

La sua storia è stata raccontata domenica scorsa nel corso della trasmissione di LaC “La nostra domenica” che ha ospitato l’intenso e commovente ricordo della madre di Domenico, Anna Fortuna.

“Una delibera del Comune di Vibo aveva stabilito l’intitolazione di una via in suo ricordo, ma poi non se ne fece nulla” ha, tra l’altro, riferito la donna.