Oltraggio e resistenza, in manette un ventiseienne

L’arresto operato dalla Squadra Volante a Longobardi a seguito di un incidente stradale. Già convalidata la misura dei domiciliari a carico di un soggetto già noto alle forze dell’ordine.

L’arresto operato dalla Squadra Volante a Longobardi a seguito di un incidente stradale. Già convalidata la misura dei domiciliari a carico di un soggetto già noto alle forze dell’ordine.

Informazione pubblicitaria
polizia

Oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Con questa accusa, la Polizia di Stato ha arrestato mercoledì sera, a Longobardi, un ventiseienne già noto alle forze dell’ordine, Rosario Tavella.

Obiettivo dell’oltraggio un equipaggio della Squadra Volante, diretta dal commissario capo Noemi Riccio, intervenuto per la segnalazione di un’accesa discussione seguita ad un incidente stradale.

Mentre gli agenti si attivavano per comprendere la dinamica dell’accaduto, il giovane, facendosi largo tra i presenti inveiva contro gli operatori apparentemente senza ragione, minacciandoli di morte e rivolgendo loro numerose offese.

Rifiutava inoltre di fornire le proprie generalità accennando anche ad un tentativo di aggressione. Gli agenti  provvedevano ad arrestarlo e a sottoporlo agli arresti domiciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria che nella giornata di ieri ha convalidato l’arresto.