mercoledì,Settembre 22 2021

Detenzione di armi e munizioni, assolto ex consigliere comunale

La Corte d'appello di Catanzaro accoglie l'istanza di Giuseppe Monteleone: si trattava di residuati bellici inoffensivi.

Detenzione di armi e munizioni, assolto ex consigliere comunale

Assolto definitivamente perché “il fatto non costituisce reato”. Questa la sentenza della Corte d’Appello di Catanzaro che ha restituito serenità ad un ex consigliere comunale di San Calogero, oggi muratore in pensione, Giuseppe Monteleone, ingiustamente accusato di detenzione di armi da guerra.

La vicenda trae origine da una serie di perquisizioni a suo carico da parte di militari della locale Stazione dei carabinieri guidati dal maresciallo Salvatore Scalzone, ora in forza ad altra caserma. Nel corso di una di esse, precisamente nell’ultima, furono rinvenute a casa sua parti di munizioni da guerra che, sequestrate, gli costarono l’imputazione per possesso illegale di armi e munizioni da guerra.

Ma, come stabilito sia dal tribunale di Vibo che dai giudici di Catanzaro, le stesse erano inoffensive ed utilizzabili solo come cimeli ed erano state ritrovate in occasione di lavori di restauro edilizio presso la parrocchia di Maria Santissima dell’Immacolata e successivamente utilizzate come vasi portafiori.

top