Dentista di Fabrizia ritrovato cadavere in Ucraina

Per la polizia del posto sarebbe deceduto a causa di uso eccessivo di farmaci. Allertati anche i funzionari del Consolato italiano

Per la polizia del posto sarebbe deceduto a causa di uso eccessivo di farmaci. Allertati anche i funzionari del Consolato italiano

Informazione pubblicitaria

Era andato in Ucraina probabilmente per acquistare del materiale utile alla sua professione. Qui è stato ritrovato cadavere.

Le notizie sono ancora frammentarie ma il corpo senza vita di un italiano, rinvenuto in una cittadina del Paese ex sovietico, appartiene a Francesco Bava, dentista 65enne originario di Fabrizia. Accertata l’indentità dell’uomo, la polizia ucraina ha avvisato il consolato italiano che ha inviato i suoi funzionari sul posto.

Per gli investigatori ucraini si tratterebbe di una morte conseguente ad arresto cardiaco dovuto probabilmente ad un uso eccessivo di farmaci.