Il sindaco di Ricadi convocato dalla Commissione Nazionale Antimafia

Giulia Russo chiamata a Roma in relazione alla mancata demolizione dei chioschi abusivi realizzati a Santa Maria e Santa Domenica

Giulia Russo chiamata a Roma in relazione alla mancata demolizione dei chioschi abusivi realizzati a Santa Maria e Santa Domenica

Informazione pubblicitaria
Il Comune di Ricadi

Una telefonata inaspettata. Che probabilmente un pochino di apprensione l’ha prodotta nella destinataria della stessa. Il sindaco di Ricadi Giulia Russo è stata contattata dalla Commissione Nazionale Antimafia  in merito ai chioschi abusivi per i quali i commissari straordinari avevano deciso la demolizione, ubicati nelle zone di Santa Maria e Santa Domenica.

Una convocazione vera e propria che assume un particolare significato visto che il Comune viene da un lungo periodo commissariale seguito allo scioglimento della precedente amministrazione per infiltrazioni mafiose.  Quindi, Giulia Russo (foto) si è recata a Roma per essere ascoltata dall’organo parlamentare presieduto da Rosy Bindi.

«Non mi aspettavo – ha riferito il primo cittadino alla “Gazzetta del Sud” – questa convocazione, ma mi fa piacere che ci sia stata. Se lo Stato vuole intensificare i controlli sul territorio e attuare azioni preventive contro ogni forma di illegalità a noi non può che tornare utile. Noi vogliamo e chiediamo – ha proseguito – che le istituzioni siano al nostro fianco possibilmente con lo spirito giusto e senza preconcetti. Abbiamo bisogno di sentire la fiducia dello Stato nel nostro operato se si vuole che le cose cambino. Per certo, opereremo nel rispetto di regole e leggi, ma non dobbiamo essere lasciati soli».