mercoledì,Giugno 19 2024

Intensificati i controlli della polizia davanti ai Pronto soccorso del Vibonese

Non solo Vibo, novità anche per Tropea e Serra. Lo ha deciso il questore nell'ambito del piano nazionale che prevede maggiori misure di sicurezza dopo le frequenti aggressioni agli operatori sanitari

Intensificati i controlli della polizia davanti ai Pronto soccorso del Vibonese
L'ingresso del Pronto soccorso dell'ospedale di Vibo

È stato potenziato l’organico del posto fisso di Polizia presente al Pronto soccorso di Vibo Valentia, al fine di garantire anche la copertura pomeridiana e serale di personale, per meglio rispondere alle esigenze di tutela della sicurezza dei cittadini e del personale sanitario. Lo ha deciso il questore di Vibo Valentia, nell’ambito del programma nazionale finalizzato alla presenza degli operatori di Polizia negli ospedali. Le sistematiche aggressioni in danno del personale sanitario, soprattutto presso i Pronto soccorso degli ospedali hanno reso necessario il rafforzamento delle misure di sicurezza volte a garantire l’attività di prevenzione e controllo, attraverso un piano di potenziamento disposto dal ministro dell’Interno Matteo Piantedosi e dal capo della Polizia Lamberto Giannini.
Per quanto riguarda il Vibonese, l’attenzione è rivolta non solo alla città capoluogo. Infatti, sono stati intensificati i servizi di vigilanza, con frequenti passaggi e soste delle pattuglie della Polizia di Stato e dell’Arma dei carabinieri nei pressi delle strutture sanitarie presenti in provincia e, specificatamente, oltre che dell’ospedale del capoluogo, anche degli ospedali di Tropea e Serra San Bruno.

LEGGI ANCHE: Morde poliziotto al polpaccio, bloccato dagli agenti a Vibo con una pistola taser

L’Asp di Vibo continua a cercare medici: novità per il Pronto soccorso e non solo

Articoli correlati

top