venerdì,Maggio 7 2021

Gas radon, se ne stimerà la presenza anche a Maierato

La campagna promossa dal Dipartimento provinciale Arpacal prevede l’installazione di misuratori all’interno degli “ambienti di vita”.

Gas radon, se ne stimerà la presenza anche a Maierato

È arrivata anche l’adesione del Comune di Maierato alla campagna promossa dal Dipartimento provinciale dell’Arpacal e volta a rilevare le concentrazioni di gas radon negli ambienti di vita ai fini della prevenzione del tumore polmonare.

Come è noto il gas radon, proveniente dal sottosuolo, è un elemento radioattivo ed è classificato come cancerogeno certo: prima causa di tumore al polmone per i non fumatori, seconda causa per i fumatori. Così come negli altri comuni vibonesi che hanno aderito (Tropea e Cessaniti tra i primi) anche nel paese dell’entroterra vibonese, l’Arpacal provvederà ad installare, a titolo gratuito, in diverse abitazioni residenziali, scuole o uffici pubblici, un numero sufficiente di esposimetri o misuratori, assolutamente innocui e autonomi dal punto di vista energetico, indispensabili per stimare la concentrazione del gas radon.

«Abbiamo accolto con favore la proposta dell’Arpacal – ha riferito a tal proposito il sindaco di Maierato Sergio Rizzo – con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica verso le campagne di prevenzione e di studio e di monitorare scuole ed edifici pubblici. L’adesione a questa iniziativa dimostra la sensibilità verso le attività di prevenzione che sono volte a migliorare la qualità della vita di una comunità. Solo con la prevenzione e la ricerca continua – ha concluso – si può pensare di dare un contributo concreto al raggiungimento di risultati sempre migliori nella lotta ai tumori».

Articoli correlati

top