Viabilità da incubo nel Vibonese, la Provincia mette mano a 10 strade

In fase di aggiudicazione lavori di messa in sicurezza del piano viabile per un importo complessivo di quasi 1,7 milioni di euro provenienti dal ministero delle Infrastrutture e da economie di bilancio

In fase di aggiudicazione lavori di messa in sicurezza del piano viabile per un importo complessivo di quasi 1,7 milioni di euro provenienti dal ministero delle Infrastrutture e da economie di bilancio

Informazione pubblicitaria

Rete stradale vibonese, grande emergenza sul piano della sicurezza e principale nodo al pettine dell’attività amministrativa degli enti locali, in primis della Provincia di Vibo sotto le cui competenze ricade la manutenzione delle strade. Una priorità che l’ente intermedio prova ad approcciare attraverso riunioni e tavoli tecnici che coinvolgono la componente politica e tecnica della Provincia. Novità positive in questo senso arrivano dall’imminente aggiudicazione di diversi progetti che riguardano alcune arterie strategiche della rete viaria vibonese. Interventi di messa in sicurezza del piano viabile saranno infatti effettuati prossimamente sulle strade provinciali Sp n. 45 “Angitola-Polia”; Sp n. 73, tratto “Valle Mesima-Autostrada-Soriano Calabro”; Sp n. 65, tratti non statali “Uscita A2 Serre-Filogaso-Strada provinciale n. 90”; Sp n. 25 e n. 26, lungo il percorso alternativo della strada provinciale “Nicotera-Joppolo” chiusa al traffico; Sp n. 11, nel tratto “Vibo Valentia-Portosalvo”; Sp n. 23 nel tratto “Joppolo-Nicotera”; Sp n. 31 “Nicotera-Limbadi”; Sp n. 82, nel tratto “Vibo-Cessaniti-S.S.522”. Per tali lavori sono stati stanziati 1milione e 431mila euro, attraverso il Decreto ministeriale n. 49 del 2018, emanato dal dicastero delle Infrastrutture e dei trasporti. Attraverso un’economia finanziaria di circa 250mila euro, a breve, si riuscirà anche ad effettuare un intervento lungo la strada provinciale n. 10, la “Mileto-San Giovanni”. 

«Siamo riusciti a ridare vitalità a un ente che puntiamo a far uscire, in tempi brevi, dallo stato di default approvando il bilancio – ha affermato il presidente della Provincia di Vibo Salvatore Solano -. Strade, scuole e ambiente sono le nostre priorità. Così come fondamentale riteniamo che sia la riorganizzazione degli uffici e del personale, attraverso una rivisitazione innovativa e moderna della Pianta organica e del Piano di fabbisogno. Tornando infine alla viabilità, tanti sforzi sono stati fatti e tanti altri ne stiamo facendo per migliorare la situazione. Nonostante le penalizzanti ristrettezze economiche in cui versa l’ente ritengo che si stia iniziando a dare le prime risposte concrete». In sintonia con il presidente Solano le dichiarazioni dei consiglieri Domenico Anello (che ha in carico la delega alla Viabilità), Antonella Grillo, Matteo Umbro, Daniele Vasinton e Antonio Zinnà. «Ancora tante sono le cose da fare e gravosi sono gli impegni che abbiamo davanti – hanno asserito, concordi, i rappresentanti istituzionali dell’Ente intermedio – ma la strada intrapresa insieme al presidente Solano, per ridare servizi efficienti ai cittadini vibonesi e ai tanti turisti che periodicamente soggiornano nel nostro territorio, riteniamo sia quella giusta. Pertanto, andremo avanti imperterriti lungo il solco di crescita e di sviluppo tracciato».