Senza acqua da due mesi, la disperazione di 36 famiglie a Porto Salvo – Video

Anziani, bambini, disabili: una situazione ben oltre il limite e la rabbia cresce fino alle lacrime: «Non possiamo più vivere così, neanche possiamo lavarci»

Anziani, bambini, disabili: una situazione ben oltre il limite e la rabbia cresce fino alle lacrime: «Non possiamo più vivere così, neanche possiamo lavarci»

Informazione pubblicitaria
Alcuni dei residenti del quartiere di Porto Salvo
Informazione pubblicitaria

Porto Salvo, frazione di Vibo Valentia. Quattro palazzine, trentasei famiglie che da inizio giugno si ritrovano senza acqua dentro casa. Rubinetti completamente a secco e nessuna possibilità di lavarsi, cucinare o fare il bucato con l’acqua corrente. Un grave disagio, considerando pure il periodo estivo e il caldo torrido. Anche gli altri anni, puntualmente, con l’arrivo dell’estate, l’acqua andava via. Ma stavolta la situazione si protrae da oltre due mesi e non accenna a migliorare. La rabbia dei cittadini è alle stelle, sia per la mancanza del servizio che per la beffa di doverlo pure pagare, e in maniera “salata”.

Informazione pubblicitaria

Ognuno si arrangia come può: via vai di cisterne da riempire con l’acqua dei pozzi in campagna, vasche e bacinelle piene, risparmio fino all’ultimo goccio di quello che ormai per loro è diventato un preziosissimo liquido da non sprecare. Sono soprattutto i bambini e gli anziani a soffrire, nonché i disabili.

A nulla sembrano essere servite le lamentele dei cittadini presso l’amministrazione comunale. Numerose le chiamate effettuate, qualche incursione in Comune ma nessuna risposta soddisfacente per loro. Gli era stato promesso l’invio, nei giorni passati, di operai per riparare un presunto guasto che sarebbe la causa del problema. Ma, ad oggi, non si è visto ancora nessuno.