Acqua, Russo: «Ecco l’origine dei problemi e cosa faremo per risolverli»

L’assessore ai Lavori pubblici elenca le deficienze della rete e spiega nel dettaglio gli interventi che permetteranno di non incorrere in un’altra “estate della grande sete”

L’assessore ai Lavori pubblici elenca le deficienze della rete e spiega nel dettaglio gli interventi che permetteranno di non incorrere in un’altra “estate della grande sete”

Informazione pubblicitaria
L'assessore ai Lavori pubblici Giovanni Russo

Il picco della crisi, con annesse eclatanti proteste, sembra essere superato. Di certo non sono ancora stati superati i problemi. Parliamo della questione acqua, che da tempo immemore tiene banco a Vibo Valentia e frazioni in estate. Le lamentele dei cittadini che si ritrovano con i rubinetti a secco sono all’ordine del giorno, e non c’è quartiere o frazione che non ne risenta: i casi più eclatanti a Vibo Marina, Piscopio, Bivona, Porto Salvo, così come, in città, al Cancello rosso o in viale Accademie. L’assessore Giovanni Russo, che la materia acqua la conosce bene, oggi cerca di fare il punto su ciò che è stato fatto e soprattutto su ciò che è in cantiere, per risolvere – si spera – in maniera pressoché definitiva l’annosa vicenda della carenza.

Russo afferma intanto che ci sono «problemi strutturali» alla rete idrica, nonché «numerose perdite», che generano la necessità di «gestirla in maniera poco ortodossa, tanto da dover sospendere durante la notte l’alimentazione al fine di far riempiere i serbatoi». «Ciò costringe gli utenti a consumare quello che serve per le 24 ore nelle ore di alimentazione, aumentando ancor di più la portata in rete. Questo – spiega l’assessore ai Lavori pubblici – ha l’effetto di abbassare drasticamente la pressione operativa incidendo sulla qualità di servizio delle utenze. Ecco perché in diverse zone della nostra città vi sono stati disagi ai cittadini. Faccio presente che questa amministrazione sin dal suo insediamento sta seguendo con grande attenzione l’intervento di ingegnerizzazione della rete attraverso cui si procederà ad effettuare: servizi di ispezione perdite; lavori accessori di manutenzione delle reti di distribuzione idrica che, sinteticamente, riguardano: la riparazione delle perdite individuate; la sostituzione o lo spostamento delle condotte ammalorate; la sostituzione o la installazione di valvole e saracinesche; la realizzazione di postazioni di misura e controllo delle portate e delle pressioni; la infrastrutturazione necessaria per la distrettualizzazione della rete; la realizzazione di nuove condotte funzionali alla distrettualizzazione e al pressure management; la installazione e sostituzione di contatori idrici per gli utenti finali». 

Russo rivendica poi che dal giorno del suo insediamento «sono state effettuate più di 50 riparazioni di perdite sulla rete idrica attraverso interventi fatti con la massima tempestività», tra i quali: contrada Cocari, «dove si è provveduto al corretto funzionamento del pozzo dai cui quella zona si approvvigiona»; viale Accademie vibonesi, dove «sono stati sostituiti circa 100 metri di condotta fatiscente al fine di garantire una regolare erogazione a più di 50 famiglie»; Cancello Rosso, dove «sono state installate due saracinesche per poter meglio bilanciare il flusso dell’acqua»; Porto Salvo zone case popolari via Emilia, dove «si è proceduto alla realizzazione di oltre 300 metri di nuova condotta, per garantire il flusso di acqua nelle abitazioni a 36 famiglie». 

«Certamente – commenta il titolare dei Lavori pubblici – rimangono molti altri problemi sulla nostra rete. Proprio questa mattina (ieri, ndr) insieme ai tecnici comunali e ai tecnici di una società esperta nello studio e nella gestione della rete idrica, abbiamo fatto prima un sopralluogo in varie zone della città e poi una riunione tecnica. È intenzione infatti dell’amministrazione Limardo programmare tutto ciò che è necessario per limitare al massimo i disagi derivanti dai problemi della nostra rete ai cittadini. Per questo nonostante l’estate non sia ancora finita stiamo già studiando gli interventi da realizzare, programmandoli da subito».