Furto nella scuola di Cessaniti, indagano i carabinieri

I malviventi hanno preso di mira i locali della palestra finendo per imbrattare anche i muri della struttura

I malviventi hanno preso di mira i locali della palestra finendo per imbrattare anche i muri della struttura

Informazione pubblicitaria
Scritte sui muri della palestra
Informazione pubblicitaria

Indagini sono in corso da parte dei carabinieri della Stazione di Cessaniti per far luce sul raid che la scorsa notte ha colpito l’istituto comprensivo statale “F. Mazzitelli”. Ignoti, dopo essersi introdotti nei locali della scuola media, sita in via Capialbi, hanno rubato diverse attrezzature collocate nella palestra. Non contenti del furto, i malviventi hanno anche imbrattato e sporcato con scritte di vario genere i muri della palestra. I danni all’edificio scolastico sono ancora in corso di quantificazione così come l’ammontare delle attrezzature portate via, mentre i militari dell’Arma della locale Stazione, raccolta la denuncia, sono alle prese con le indagini nel tentativo di risalire agli autori del raid e del furto, recuperando quindi la refurtiva e tutte le attrezzature sportive utilizzate dagli alunni nei locali della palestra. Parole di condanna sono state espresse dal sindaco Francesco Mazzeo che, nel definirsi amareggiato, ha stigmatizzato l’episodio: «Ha tutte le caratteristiche di una bravata ma come comunità – ha precisato – non abbiamo intenzione di farla passare come un’innocua ragazzata. I danni ci sono stati e lo stato in cui sono stati ridotti i locali, parla chiaro. Ci auguriamo – ha aggiunto il sindaco – che gli autori vengano presto individuati e si riesca a dare “un nome” a vandali che, con le loro azioni, non fanno il bene di Cessaniti».

Informazione pubblicitaria