Divampa incendio su traghetto Moby, a bordo sei marittimi di Pizzo

Il rogo si sarebbe originato dalla sala macchine mentre la nave era attraccata al porto di Nizza. Un ferito non grave tra i membri dell’equipaggio

Il rogo si sarebbe originato dalla sala macchine mentre la nave era attraccata al porto di Nizza. Un ferito non grave tra i membri dell’equipaggio

Informazione pubblicitaria
Una colonna di fumo si alza dal traghetto (foto Gui.B. - Nice Matin)

Alle 19.50 di ieri, sabato 13 agosto, un incendio è divampato a bordo di un traghetto della Moby Line, il “Moby Zaza”, attraccato nel porto di Nizza e proveniente da Bastia, Corsica.

Tutti i passeggeri presenti a bordo della nave, che può contenere fino a 1.400 passeggeri e 450 veicoli, sono stati evacuati. Secondo le ricostruzioni dell’accaduto, le fiamme sarebbero partite dalla sala macchine e un membro dell’equipaggio è rimasto lievemente ferito.

Una vicenda che ha coinvolto anche dei marittimi di Pizzo Calabro, membri dell’equipaggio. Si tratta di Francesco D’Ali, Domenico Malerba, Francesco Muzzì, Giovanni Valotta, Franco Penna e Mimmo Sestito. Nessuno di loro, secondo quanto si è appreso, ha riportato conseguenze in seguito all’incendio.

A confermarlo è anche il segretario regionale Fit Cisl Calabria Vincenzo Pagnotta: «Ho saputo della notizia ieri sera verso le 21 circa e da subito mi sono attivato tramite equipaggio di bordo e rappresentanti aziendali per avere notizie. Ringraziando Dio questa volta stiamo raccontando solo di danni. Tengo a sottolineare questo – ha aggiunto -, poiché è grazie al tempestivo intervento dell’equipaggio ed alla grande professionalità degli stessi che il tutto è rimasto circoscritto senza danni soprattutto alle persone. L’incendio si è sviluppato nel locale macchina generatori. Un grazie anche al responsabile aziendale Moby con il quale siamo in contatto che da subito e a tutt’ora ci informa della situazione».