Agricoltore ucciso a San Calogero, 49enne messo sotto torchio dai carabinieri

Domenico Antonio Valenti vittima di un agguato. Sceso dall'automobile è stato crivellato da almeno otto colpi da arma da fuoco. I militari recuperano una pistola 

Domenico Antonio Valenti vittima di un agguato. Sceso dall'automobile è stato crivellato da almeno otto colpi da arma da fuoco. I militari recuperano una pistola 

Informazione pubblicitaria

Per l’omicidio di Domenico Antonio Valenti, avvenuto a San Calogero nel tardo pomeriggio di oggi, è stato fermato un uomo di 49 anni, di cui ancora non si conoscono le generalità e nei confronti del quale al momento non è stata avanzata alcuna ipotesi di reato. I militari l’hanno portato in caserma dove è stato sottoposto ad interrogatorio perché tra lui e la vittima ci sarebbe stata una violenta lite a causa di un confine conteso.

Lite tra confinanti degenera a San Calogero, un morto

Nel frattempo stanno emergendo nuovi particolari sulle modalità del delitto. Domenico Antonio Valenti (agricoltore 74enne) sarebbe rimasto ucciso in un vero e proprio agguato. L’anziano, infatti, dopo aver trascorso le festività di Ferragosto in famiglia, avrebbe preso la macchina (una Fiat Panda) per recarsi nel suo fondo agricolo. Giunto all’altezza del ponte denominato Calderaro, appena sceso dalla vettura, è stato crivellato di colpi (almeno otto) esplosi da una pistola pare già recuperata dalle forze dell’ordine. Probabilmente chi ha sparato sapeva che prima o poi la vittima sarebbe passato di lì e quindi ha agito con sicurezza e freddezza.    

Agricoltore ucciso a San Calogero, fermato il presunto responsabile