Sperona i carabinieri e tenta la fuga: arrestato

Un quarantenne di San Calogero, temendo un controllo, ha investito più volte l’auto dell’Arma per poi fuggire rimanendo bloccato nel fango.

Un quarantenne di San Calogero, temendo un controllo, ha investito più volte l’auto dell’Arma per poi fuggire rimanendo bloccato nel fango.

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I carabinieri di San Calogero hanno tratto in arresto per resistenza aggravata a pubblico ufficiale, guida senza patente e danneggiamento di un’auto dell’Arma, Antonio Ranieli, 41 anni, gommista del luogo, già noto alle forze dell’ordine. Ranieli dopo essersi messo alla guida di una Fiat Panda senza patente perché da tempo revocatagli, ha incrociato una pattuglia dei carabinieri nel senso contrario di marcia e, temendo un controllo, ha prima investito e speronato l’auto dei carabinieri e poi si è dato alla fuga.

Informazione pubblicitaria

Inseguito dai militari dell’Arma, l’uomo per la seconda volta ha investito l’auto dei carabinieri ed è poi fuggito. Chiamati i rinforzi, i carabinieri hanno alla fine sorpreso Ranieli impantanato con l’auto nel fango di una campagna. Portato in caserma, dopo le formalità di rito è stato dichiarato in arresto e, in attesa delle determinazioni della magistratura di Vibo Valentia, posto agli arresti domiciliari. Anche nell’ottobre del 2013 Ranieli, già avvisato orale di pubblica sicurezza, si era reso protagonista di resistenza a pubblico ufficiale dopo essere stato bloccato alla guida di un’auto senza patente. (Agi)