Resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, 18enne arrestato

Nel corso di una rissa ad Arena  ha ingiuriato e colpito con uno schiaffo un militare in servizio alla locale Stazione. Denunciati altri due ragazzi

Nel corso di una rissa ad Arena  ha ingiuriato e colpito con uno schiaffo un militare in servizio alla locale Stazione. Denunciati altri due ragazzi

Informazione pubblicitaria

Violenza, minaccia, resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e rissa. Sono i reati contestati dai carabinieri della Stazione di Arena, nell’occasione coadiuvati dai colleghi del Norm, a Vincenzo Mazza (con precedenti di polizia), residente ad Acquaro, cugino di primo grado di Francesco Maiolo, già tratto in arresto il 15 giugno scorso. Per gli stessi reati sono stati denunciati F. C. (23 anni, di Dasà), D. A. (24 anni, residente a Torino).

Ecco i fatti. In piazza “Generale Pagano” di Arena è scoppiata una rissa, scoppiata per futili motivi. Al fine di sedarla sul posto sono giunti i militari dell’Arma che sono stati minacciati e insultati da Mazza che ha proferito parole ingiuriose: “Sbirri di merda”. Inoltre ha schiaffeggiato un militare. Arrestato ed espletate le formalità di rito Mazza è stato associato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, così come disposto dall’autorità giudiziaria.