Carattere

Fin dalle prime ore di questa mattina, Amministrazione e cittadini hanno messo in atto un blocco stradale di protesta per le condizioni delle strade di collegamento.

Un'immagine della protesta
Cronaca

E’ in corso dalle prime ore di questa mattina, la ferma protesta messa in atto dall’Amministrazione comunale di Fabrizia, guidata dal sindaco Antonio Minniti, e da diversi cittadini che hanno proceduto al blocco della viabilità provinciale in entrata ed in uscita dal piccolo comune delle Serre vibonesi. Il gesto dimostrativo è stato intrapreso per denunciare quella che, a detta di amministratori e residenti, è la vergognosa condizione in cui versano le strade provinciali nell’area delle Serre nell’indifferenza delle istituzioni preposte.

Condizioni tali da procurare diffusi rischi e mettere in serio pericolo la sicurezza degli automobilisti. Alla protesta di questa mattina si sono associati anche il consigliere regionale de “La Sinistra” Gianni Nucera (Sel),  e il movimento civico “Crescere Insieme”. A sostegno dell’iniziativa è scesa in campo anche la federazione provinciale di Sinistra ecologia e libertà che, con il segretario Alfonso Galati, ha espresso condivisione all’azione intrapresa dal sindaco Minniti. «I paesi montani e Fabrizia in particolare vivono una situazione drammatica, più volte denunciata, ma quasi tutte le altre strade della provincia sono in una condizione di estrema pericolosità per veicoli e persone. Il manto stradale di quasi tutte le arterie provinciali - spiega Galati - presenta condizioni non accettabili per un paese civile; le carreggiate sono sempre più ristrette e pericolose a causa degli arbusti che invadono i bordi e quelle che una volta erano cunette di raccoglimento delle acque sono montagnole di terra che, quando piove, piuttosto che raccoglierla formano dei fiumi che attraversano la strada».

Si tratta, a parere di Galati, di «una situazione non più sostenibile, con una provincia che vive tutte le contraddizioni della riforma Delrio, con una condizione economica disastrosa e con una situazione politica tutta nostrana, frutto del famoso “accorduni” che si sta dimostrando fallimentare sul piano amministrativo. Noi - conclude - crediamo che in una condizione così disastrata la Regione debba intervenire con un piano straordinario che renda fruibili e sicure le arterie di comunicazione provinciale ed è per questo che al consigliere regionale di Sel, Gianni Nucera, chiediamo di farsi promotore di questa battaglia in modo che i cittadini del Vibonese possano usufruire di strade decenti».
        

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook