Tentano di rapinare e malmenano un operaio in centro città a Vibo, arrestati

In due hanno avvicinato un cittadino bulgaro per strappargli un borsello. Messi in fuga dagli astanti sono stati poi rintracciati dai carabinieri. 15 giorni di prognosi per il malcapitato

In due hanno avvicinato un cittadino bulgaro per strappargli un borsello. Messi in fuga dagli astanti sono stati poi rintracciati dai carabinieri. 15 giorni di prognosi per il malcapitato

Informazione pubblicitaria

Dovranno rispondere dell’accusa di tentata rapina aggravata in concorso Stefano Lo Bianco, 47 anni, e Liviu Daniel Sarig, 27 anni, entrambi con alle spalle precedenti penali.

I fatti sono accaduti nel primo pomeriggio di ieri nel centralissimo corso Vittorio Emanuele III a Vibo Valentia: i due hanno avvicinato un operaio bulgaro A. A., 46 anni, e, con l’intento di rapinarlo di un borsello contenente portafogli ed effetti personali, lo hanno malmenato con pugni e calci.

Considerata la resistenza della vittima e che alcuni astanti e negozianti erano stati attirati dalle urla del cittadino bulgaro che continuava a subire le percosse, Lo Bianco e Sarig si allontanavano rapidamente dal luogo facendo perdere le proprie tracce.

Le ricerche avviate nell’immediatezza dei fatti dai Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia, consentivano di rintracciare i due soggetti che venivano condotti presso i locali del comando Arma. I due venivano dichiarati in arresto e tradotti presso le rispettive abitazioni dove rimarranno ristretti in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.

La vittima dell’aggressione, trasportata presso l’ospedale di Vibo Valentia, è stata riscontrata affetta da lesioni e contusioni multiple e dimessa con 15 giorni di prognosi.