Simbario, chi sostiene i terremotati non paga l’acqua

Iniziativa del Comune per offrire un contribuito di solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma. I cittadini invitati a versare un contributo minimo di 20 euro

Iniziativa del Comune per offrire un contribuito di solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma. I cittadini invitati a versare un contributo minimo di 20 euro

Informazione pubblicitaria

Si attende di verificare l’effettiva fattibilità tecnica dell’iniziativa, ma la proposta è chiara e semplice. A lanciarla il sindaco di Simbario, nelle Serre vibonesi, Ovidio Romano: “acqua gratis per chi offre un contributo di almeno 20 euro a favore delle popolazioni colpite dal sisma nell’Italia centrale”.

Gli utenti che aderiranno a tale proposta non dovranno quindi pagare la bolletta dell’acqua potabile relativa al 2015. Un’iniziativa che lo stesso primo cittadino invita ad estendere anche ad altri enti e ad altre circostanze. Infatti, rivolgendosi direttamente al premier Renzi, Romano afferma «vorrei suggerire al presidente di invitare formalmente tutti gli elettori che andranno a votare per il prossimo referendum a versare un euro a favore delle zone colpite dalla calamità. Lo si fa per le primarie perché non farlo per un motivo molto più nobile?» ha detto il sindaco a La Gazzetta del Sud.