Blocchi di cemento sulla Mileto-Dinami, cittadini sul piede di guerra

Tornano a protestare i cittadini del comitato “Pro strada Mileto-Dinami” sulla quale, da sette anni pende un'ordinanza di chiusura. Ora, l'unica via d’accesso ai loro terreni, è stata nuovamente sbarrata 

Tornano a protestare i cittadini del comitato “Pro strada Mileto-Dinami” sulla quale, da sette anni pende un'ordinanza di chiusura. Ora, l'unica via d’accesso ai loro terreni, è stata nuovamente sbarrata 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La strada provinciale numero 10 Mileto-Dinami, interdetta alla circolazione dal 2 febbraio 2009, torna al centro delle proteste. Stamattina operai della Provincia di Vibo Valentia hanno collocato blocchi di cemento per impedire ai veicoli di transitare. Blocchi che erano stati rimossi dagli stessi cittadini per potere accedere ai propri terreni. A ridosso dell’arteria insistono infatti diverse aziende agricole e zootecniche, oltre a un’azienda metalmeccanica.

Informazione pubblicitaria

Cinque chilometri e 400mila euro stanziati per la loro messa in sicurezza su una strada che tra l’altro si interseca con lo svincolo autostradale di Mileto e che, a distanza di 7 anni, dalla prima ordinanza di chiusura non si riesce a completare.

In questi anni erano stati gli stessi cittadini a spese proprie a eseguire alcune opere per potervi transitare. Fino a questa mattina quando la strada, come si può notare dalla foto, è stata chiusa con dei blocchi di cemento. “Come faremo a raggiungere i nostri terreni?” si domandano adesso i cittadini che lanciano un appello alle autorità preposte “affinché venga riaperta la provinciale n. 10″, unica via d’accesso alle loro proprietà.