sabato,Maggio 8 2021

Carabinieri, s’insedia il nuovo comandante provinciale (VIDEO)

Gianfilippo Magro da questa mattina è al vertice dell’Arma nel Vibonese. «Onorato di aver assunto questo incarico» ha detto ai giornalisti in conferenza stampa

Cerimonia di insediamento questa mattina per il neo comandante dell’Arma dei carabinieri di Vibo Valentia, il tenente colonnello Gianfilippo Magro. Quarantadue anni, padovano d’origine, ha partecipato a varie missioni internazionali, che l’hanno tra l’altro portato in Iraq, per poi approdare al Comando generale dell’Arma dei carabinieri, Ufficio cooperazione internazionale di Roma.

Il tenente colonnello Gianfilippo Magro da oggi guiderà il Comando provinciale dei Carabinieri di Vibo Valentia. Succede al colonnello Daniele Scardecchia trasferito a Potenza.

Il saluto del colonnello Scardecchia: «Ho imparato ad amare questa terra» – VIDEO

Attorniato dai comandanti della stazioni del Vibonese, Magro si è presentato questa mattina ai giornalisti. Nella sala stampa del Comando di via Pellicanò, il neo comandante provinciale si è detto «Onorato di guidare il Comando provinciale nella consapevolezza di avere assunto un incarico impegnativo, ma altrettanto consapevole – ha aggiunto – di inserirmi in un solco già tracciato dal mio predecessore, il colonnello Scardecchia che per 5 anni ha guidato il Comando Vibo Valentia».

Ha affermato inoltre che «si metterà sin da subito al servizio del Prefetto e dell’Autorità Giudiziaria. Affiancherà il Questore, nel solco della massima collaborazione tra Forze di polizia».

Il Comandante ha inoltre ribadito che «la sicurezza costituisce oggi un bene primario e, assieme alla tranquillità economica, è ciò che rende la vita quotidiana dei cittadini soddisfacente. Ha sottolineato come l’Arma di Vibo abbia consapevolezza di questa responsabilità e che sarà sempre vicina ai cittadini a 360 gradi, con una particolare attenzione ai più deboli: i giovani, le donne, gli anziani».

Quindi ha assicurato massima disponibilità sua e dei suoi collaboratori per risolvere le problematiche dei cittadini e di quanti sono vittime di reato sia nei centri più grandi come in quelli più piccoli, partendo da «chi subisce un furto, una truffa fino a chi è vittima di fenomeni più invasivi quali le violenze in famiglia, alle donne e altre forme di criminalità grave e organizzata».

Il Colonnello, che ha lavorato tanti anni nel settore internazionale, ha rappresentato come «le Istituzioni estere abbiano una grande considerazione dei Carabinieri e che sono invidiati all’Italia da tanti Paesi stranieri. A tal proposito ha dichiarato di aver trovato dei collaboratori di primissimo piano per professionalità e dedizione al lavoro che ha voluto presenti alla Conferenza in segno di stima».

Infine, ha concluso la conferenza con un pensiero ai membri delle Sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri del Vibonese che nei prossimi giorni avrà il piacere di incontrare. E’ «un pensiero doveroso – ha detto – ai Carabinieri che hanno prestato servizio nel passato e che hanno dato tanto alle comunità della Provincia».

La scheda
Il Ten. Col. Gianfilippo Magro è originario della provincia di Padova ed ha 42 anni.

Ha frequentato la Scuola Militare Nunziatella di Napoli dal 1990 al 1993 e successivamente l’Accademia Militare di Modena e la Scuola Ufficiali di Roma sino al 1998.

Uscito dagli Istituti di formazione dell’Arma, ha svolto il primo incarico da Tenente nell’Organizzazione Mobile quale Comandante di Compagnia presso il 3° Battaglione Lombardia di Milano. Nel 2000 è stato trasferito a Nocera Inferiore in provincia di Salerno come Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile e promosso Capitano alla Compagnia di Mercato San Severino nella stessa provincia quale Comandante sino al 2005.

Tra gli anni 2000 e 2005 è stato ripetutamente impegnato in missione all’estero, nella Multinational Specialized Unit, in Kosovo nel 2000, in Bosnia Herzegovina nel 2003 e in Iraq nel 2005, rispettivamente come Comandante di Plotone, Capo Ufficio Informazioni e Capo Ufficio Operazioni.

Nel 2005 è stato trasferito a Palermo come Comandante della Compagnia Capoluogo sino al 2007. Dal 2007 al 2016, ha prestato servizio presso lo Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma nell’Ufficio Piani e Polizia Militare prima come Ufficiale Addetto alla Pianificazione delle Missioni Internazionali dei Carabinieri nel mondo e successivamente quale Capo della Sezione Dottrina. Trasferito all’Ufficio Cooperazione Internazionale ha ricoperto gli incarichi di Capo della Sezione Accordi e Progetti Internazionali e Capo della Sezione Rapporti con l’Unione Europea. E’ sposato senza figli.

top