La Guardia di finanza festeggia San Matteo, patrono del Corpo

Una solenne celebrazione si è svolta a Vibo Marina. Il comandante provinciale Pallaria: «Si rafforza il senso di appartenenza». Ricordato un finanziere vibonese deceduto lo scorso anno

Una solenne celebrazione si è svolta a Vibo Marina. Il comandante provinciale Pallaria: «Si rafforza il senso di appartenenza». Ricordato un finanziere vibonese deceduto lo scorso anno

Informazione pubblicitaria
La messa celebrata a Vibo Marina
Informazione pubblicitaria

Si è celebrata oggi nella chiesa di Maria SS. del Rosario di Pompei di Vibo Marina, in occasione della ricorrenza di San Matteo apostolo ed evangelista, patrono del Corpo della Guardia di finanza, una Santa messa a beneficio dei militari in servizio e in congedo del Comando provinciale di Vibo Valentia e del Reparto operativo aeronavale alla sede.

Informazione pubblicitaria

«La funzione religiosa ha rappresentato – si legge in una nota -, come da tradizione avviata da qualche anno, un intimo ed importante momento di meditazione interiore per i finanzieri vibonesi ed i loro familiari. Nell’omelia, il cappellano militare, don Ignazio Iacone, in quest’anno giubilare straordinario, ha evidenziato l’attualità della figura di San Matteo e della sua conversione e rimarcato l’importanza della misericordia».

Il Comandante provinciale, colonnello Elia Carmelo Pallaria, nel ringraziare tutti gli intervenuti, ha sottolineato «l’importanza del senso di leale e convinta appartenenza ad una grande ed importante istituzione quale elemento indispensabile perché si svolga a pieno la sua missione esterna e diventi veramente una seconda famiglia, coltivando di più lo spirito di Corpo, la solidarietà e la fratellanza tra colleghi». Un momento di particolare ricordo è stato riservato ad una Fiamma gialla vibonese deceduta alla fine dello scorso anno.