Si è spento Anton Giulio Galati, l’ex presidente del consiglio regionale originario di Monterosso

Già sindacalista della Cisl ed esponente di primo piano della Democrazia cristiana, era rimasto sempre legato al suo paese d'origine. Il cordoglio del mondo politico

Già sindacalista della Cisl ed esponente di primo piano della Democrazia cristiana, era rimasto sempre legato al suo paese d'origine. Il cordoglio del mondo politico

Informazione pubblicitaria
Anton Giulio Galati
Informazione pubblicitaria

E’ morto ieri a Catanzaro l’ex presidente del consiglio regionale Anton Giulio Galati. Aveva 81 anni. Galati, nato a Monterosso Calabro il 31 gennaio del 1935, ha militato nell’Azione cattolica e si è iscritto alla Dc nel 1951. Trasferitosi a Catanzaro negli anni ’70, mantenne però sempre un forte legame con il suo paese d’origine.

Informazione pubblicitaria

E’ stato dirigente della Cisl e poi segretario regionale generale del sindacato cattolico. Entrato in Consiglio regionale nel 1980, il 24 maggio 1983 Galati è stato eletto presidente dell’assemblea, carica che ha conservato fino a maggio 1993. Successivamente è tornato alla guida del consiglio regionale anche nel periodo 10 agosto 1994 – 5 giugno 1995.

Ecco il ricordo del presidente della giunta regionale Mario Oliverio: «Ho conosciuto Anton Giulio Galati da giovane consigliere regionale ed ho avuto modo di apprezzarne le qualità umane, il legame alla propria terra, il senso delle istituzioni. La sua esperienza sindacale gli ha consentito una conoscenza diretta e approfondita del mondo del lavoro, i cui bisogni e le cui trasformazioni sono stati per lui una bussola permanente anche nell’impegno politico successivo. Da presidente del consiglio regionale, in un momento di forte ed aspra contrapposizione politica, ha saputo mantenere alto il ruolo ed il prestigio dell’istituzione, dimostrando doti di equilibrio, autorevolezza e rigore. Anche nei momenti di accesa contrapposizione politica ed ideologica».

Dello stesso tenore il commento del presidente del consiglio regionale Nicola Irto: «Esprimo il mio personale cordoglio e quello dell’intero Consiglio regionale per la scomparsa di Anton Giulio Galati. Una personalità straordinaria della politica calabrese, che per lunghissimo tempo ha ricoperto con doti di autorevolezza e imparzialità il ruolo di presidente dell’assemblea legislativa regionale. L’alto senso delle istituzioni, l’equilibrio e il senso etico hanno fatto di Anton Giulio Galati un punto di riferimento personale e politico».