Aggressione a Cugliari, la Cna Calabria sarà parte civile nel processo

Il presidente degli artigiani calabresi Francesco Rosa esprime solidarietà ai due fratelli minacciati e picchiati a Cessaniti: «Sono l'esempio delle forze sane presenti nella nostra regione»

Il presidente degli artigiani calabresi Francesco Rosa esprime solidarietà ai due fratelli minacciati e picchiati a Cessaniti: «Sono l'esempio delle forze sane presenti nella nostra regione»

Informazione pubblicitaria
Giovanni Cugliari presidente Cna Vibo
Informazione pubblicitaria

«Giovanni Cugliari, presidente della Cna di Vibo Valentia, e suo fratello sono l’esempio di imprenditoria sana nella nostra regione. In Calabria esiste un tessuto produttivo di gente onesta che paga, purtroppo a caro prezzo, la sua opposizione alla criminalità. La Cna Calabria è vicina a Giovanni e a suo fratello, brutalmente aggrediti a Cessaniti. Le parole espresse da Giovanni (“Io non ho paura”), ci consegnano la responsabilità di fare fronte comune (istituzioni, forze dell’ordine, impresa, forze sociali e cittadini) contro la criminalità. Ci costituiremo parte civile nel processo al fianco dei fratelli Cugliari».

Informazione pubblicitaria

Cugliari dopo il pestaggio: «Non ho paura, vado avanti con più convinzione» – VIDEO

E’ quanto afferma Francesco Rosa, coordinatore regionale della CNA, Confederazione nazionale dell’artigianato e delle piccole e medie imprese. 

«Mi associo al messaggio di solidarietà – continua Francesco Rosa – espresso dai vertici nazionali della CNA. Parlo a nome di tutti i nostri iscritti. Oltre alla crisi congiunturale che ha destabilizzato il nostro tessuto economico, gli imprenditori calabresi sono costretti a fare i conti quotidianamente con vessazioni di questo tipo. Giovanni Cugliari e suo fratello non possono essere lasciati soli. Due dei tre aggressori sono stati prontamente tratti in arresto dalle forze dell’ordine, a testimonianza che lo Stato è presente. Ma non basta. Serve un cambio di marcia e una presa di posizione ancora più netta da parte della politica. Gli imprenditori fanno parte di una categoria particolarmente esposta ad atti criminali, intimidazioni e tentativi di estorsione».

“Se vuoi lavorare qui devi pagare”, falegname selvaggiamente picchiato a Cessaniti