“Mare sicuro”, il bilancio della Guardia costiera di Vibo Valentia – VIDEO

Tutti i numeri della campagna di pattugliamento e sicurezza in mare condotta in uno dei più grandi compartimenti marittimi d’Italia che si estende lungo gli oltre 220 km di costa da Maratea e Nicotera

Tutti i numeri della campagna di pattugliamento e sicurezza in mare condotta in uno dei più grandi compartimenti marittimi d’Italia che si estende lungo gli oltre 220 km di costa da Maratea e Nicotera

Informazione pubblicitaria
Gli uomini della Guardia costiera con il neo comandante Rocco Pepe
Informazione pubblicitaria

A conclusione dell’operazione nazionale “Mare Sicuro 2016”, organizzata dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e coordinata, a livello regionale, dalla Direzione marittima di Reggio Calabria, iniziata il 18 giugno e conclusa il 18 settembre, la Guardia costiera di Vibo Valentia fa il bilancio dei risultati raggiunti.

Informazione pubblicitaria

Le attività operative del vasto compartimento marittimo di Vibo Valentia (uno dei più grandi d’Italia, che si estende per oltre 220 chilometri, da Maratea a Nicotera e ricomprende il territorio costiero di due regioni e quattro Province) sono state coordinate dai tre Circondari marittimi di Vibo Valentia Marina, Cetraro e Maratea.

Incendio su nave da crociera, motovedetta in soccorso da Vibo Marina – VIDEO

«L’obiettivo di garantire una stagione tranquilla ai bagnanti – si legge in una nota – è stato raggiunto grazie all’imponente dispositivo operativo messo in atto su tutto il litorale e all’importante sforzo giornaliero profuso dagli uomini e donne in servizio nei 10 uffici marittimi del compartimento: ben sedici i mezzi navali e quattordici pattuglie terrestri quotidianamente impegnate sulla costa, per un totale giornaliero di 70 persone, circa 800 le richieste di intervento pervenute tramite il numero blu 1530 alle tre sale operative attive tutti i giorni nell’intero arco delle 24 ore, alle quali si è sempre dato risposta con interventi via mare o via terra. Il dispositivo “terra/mare”, ha garantito una copertura del territorio ogni 10/12 miglia nautiche, quindi in media ogni 20 km di costa».

Imbarcazione in panne a 20 miglia dalla costa, tre persone soccorse dalla Guardia costiera

Dalle quotidiane attività di controllo, pianificate giornalmente dagli Ufficiali “Mission Coordinator Local” dell’operazione Mare Sicuro 2016, si riportano alcuni dei numeri di maggior rilievo, che meglio traducono l’impegno del personale nel Compartimento Marittimo di Vibo Valentia Marina (7.000 miglia nautiche percorse dalle Unità Navali; 45.000 km percorsi dalle pattuglie terrestri; 267 missioni di pattugliamento; 56 missioni di soccorso, dalle quali è stata prestata assistenza a 90 persone; 25 le unità navali soccorse e assistite; 4166 i controlli in materia di Sicurezza della Navigazione, diporto, ambiente, pesca e demanio, con particolare riferimento al rispetto dell’ordinanza balneare, che disciplina le attività svolte in mare con la fascia di rispetto destinata ai bagnanti; 169 i verbali amministrativi elevati, per un ammontare di oltre 160.000 euro di multe; 27 le notizie di reato inoltrate alle autorità giudiziarie competenti per territorio).

Barca a vela soccorsa al largo di Tropea

Inoltre, anche quest’anno l’iniziativa del “Bollino Blu” rilasciato dalle forze di polizia operanti in mare alle unità da diporto, ha evitato il ripetersi di controlli già eseguiti, così da garantire al diportista un’estate più tranquilla. Nel solo Compartimento marittimo di Vibo ne sono stati rilasciati circa 300.

Sono stati oltre 3000, poi, gli studenti indottrinati da personale del corpo nel periodo febbraio-maggio, nelle scuole superiori, sia per quanto attiene il corretto utilizzo del mare, sia per informazioni di specifica competenza del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Cambio della guardia al vertice della Capitaneria di porto – VIDEO