Narcotraffico: giudice incompatibile per “Giardini segreti”, processo rinviato a Vibo

L’inchiesta della polizia e della Dda di Catanzaro è nata anche grazie alle dichiarazioni del collaboratore Emanuele Mancuso
L’inchiesta della polizia e della Dda di Catanzaro è nata anche grazie alle dichiarazioni del collaboratore Emanuele Mancuso
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Subito rinviato stamane a Vibo per il processo nato dall’operazione denominata “Giardini segreti”, scaturita a seguito delle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Emanuele Mancuso. Nel troncone con rito ordinario gli imputati sono: Clemente Selvaggio, 24 anni, di Vibo Valentia; Antonio Barbano, 55 anni, di Genova; Fulvio Esposito, 52 anni, di Genova; Silvio Biasol, 80 anni, di Trieste. A causa dell’incompatibilità del giudice a latere, Marina Russo (ha svolto alcuni atti nell’ambito dell’inchiesta), il presidente del Collegio Giulio De Gregorio ha rinviato il processo al 9 dicembre prossimo. Per tale data, il pm della Dda di Catanzaro ha citato quale teste dell’accusa Cristian Maffongelli, all’epoca dei fatti vice della Squadra Mobile di Vibo Valentia. Altri imputati nella medesima operazione si trovano invece sotto processo con rito abbreviato: Emanuele Mancuso, 31 anni, di Nicotera; Giuseppe Navarra, 28 anni di Rombiolo; Giuseppe Franzè, 32 anni, di Stefanaconi; Giovanni Battaglia, 33 anni, di Nicotera; Cesare Costa, 38 anni, di Nicotera; Francesco Costa, 35 anni, di Nicotera; Giuseppe Olivieri, 37 anni, di Nicotera; Giuseppe De Certo, 26 anni, di Nicotera; Francesco Olivieri, 33 anni, di Nicotera; Valentin Cirpian Stratulat, 21 anni, residente a Nicotera; Pantaleone Perfidio, 32 anni, di Nicotera.  [Continua dopo la pubblicità]

Informazione pubblicitaria
Il nuovo Palazzo di giustizia di via Lacquari

Gli imputati sono a vario titolo accusati di aver commercializzato marijuana appositamente piantata in terreni ricadenti nei territori comunali di Nicotera e Joppolo. A capo del gruppo, Emanuele Mancuso, con un ruolo di spicco nell’associazione a delinquere finalizzata al traffico di marijuana ed alla sua produzione, che gli inquirenti attribuiscono anche a Giuseppe De Certo. 

 LEGGI ANCHE: “Giardini segreti”, l’impero della marijuana 3.0 nelle mani di Emanuele Mancuso (VIDEO)

Narcotraffico: arrestato pure Francesco Olivieri, autore delle sparatorie a Limbadi e Nicotera

Narcotraffico: operazione “Giardini Segreti” nel Vibonese, ecco tutti gli indagati (NOMI-VIDEO)