VIDEO | Tarsu record sui pontili di Vibo Marina, il dirigente: “Pronti al dialogo”

“Faremo il possibile per andare incontro agli operatori” afferma Filippo Nesci, responsabile dell’Ufficio tributi del Comune di Vibo Valentia

“Faremo il possibile per andare incontro agli operatori” afferma Filippo Nesci, responsabile dell’Ufficio tributi del Comune di Vibo Valentia

Informazione pubblicitaria

Prima grana da affrontare per il neo dirigente dell’Ufficio tributi del Comune di Vibo Valentia alle prese con la spinosa questione che affligge gli imprenditori del porto di Vibo Marina. «Faremo il possibile per venire incontro agli operatori del settore» annuncia ai microfoni di LaC Filippo Nesci che già nella prossima settimana convocherà gli imprenditori per capire come affrontare e risolvere il problema dei tributi.

Vibo Marina, tassa da record sui pontili: imprenditori col cappio al collo (VIDEO)

Il caso è scoppiato all’indomani della notifica da parte del Comune della Tarsu a carico dei titolari delle attività diportistiche e balneari. Tassa ricalcolata e retrodatata al 2010. Dal ricalcolo sono venute fuori cifre astronomiche tanto che alcuni imprenditori del settore si trovano a dover pagare fino a settecentomila euro. Una mannaia, milionaria, sul collo di quegli stessi imprenditori che la spazzatura, in tutti questi anni, l’hanno sempre pagata, «sulla scorta dei bollettini che lo stesso Comune di Vibo recapitava».

Il neo dirigente ammette allo stesso tempo di non avere ancora visionato il fascicolo della pratica. «E’ vero che si tratta di cifre esorbitanti – continua – ma se accertiamo che l’importo è dovuto, il Comune potrà fare ben poco». E poi annuncia l’istituzione a giorni di un nucleo di polizia tributaria che avrà il compito di stanare gli evasori fiscali.