Liquami nel terreno, sequestrati autospurgatore e vasca “imhoff” a Ricadi

Operazione di Guardia costiera e Guardia di finanza nella frazione Barbalaconi. Denunciato il titolare della ditta e gli operai responsabili dello sversamento illegale

Operazione di Guardia costiera e Guardia di finanza nella frazione Barbalaconi. Denunciato il titolare della ditta e gli operai responsabili dello sversamento illegale

Informazione pubblicitaria

I militari della Guardia costiera di Vibo Valentia e della Stazione navale della Guardia di finanza di Vibo Valentia, a tutela dell’ambiente e del territorio vibonese, nel corso della settimana appena trascorsa, hanno accertato nel comune di Ricadi, la presenza di alcune persone intente a compiere operazioni di aspirazione e sversamento di rifiuti liquidi nel terreno sottostante una vasca “imhoff” comunale, situata nella frazione Barbalaconi.

Nell’immediatezza dei fatti, i componenti del team interforze, si sono adoperati per interrompere la condotta illecita e, successivamente, su disposizione della Procura della Repubblica di Vibo, a sequestrare l’autospurgatore utilizzato per lo sversamento e la vasca “imhoff”, al fine di impedire l’ulteriore protrarsi del reato e di accertare la qualità dei reflui abbandonati in maniera indiscriminata sul suolo.

Su richiesta della polizia giudiziaria operante, immediato anche l’intervento del personale dell’Arpacal Dipartimento di Vibo Valentia, che ha proceduto ad effettuare i campionamenti dei liquami sversati nonché dei sedimenti, al fine di effettuare una caratterizzazione e valutazione concreta del tipo di rifiuto sversato.

Il titolare della ditta proprietaria del mezzo, unitamente agli operai, è stato deferito per i reati di abbandono di rifiuti, gestione di rifiuti non autorizzata e per il reato di inquinamento ambientale.