Proiettili e detonatori nascosti sotto tavole di carpenteria, un arresto a Limbadi

In azione i carabinieri di due Stazioni ed i il gruppo dei “Cacciatori”. Le munizioni e il materiale esplodente sono stati sequestrati

In azione i carabinieri di due Stazioni ed i il gruppo dei “Cacciatori”. Le munizioni e il materiale esplodente sono stati sequestrati

Informazione pubblicitaria

Detenzione illegale di munizioni e materiale esplodente. Con questa accusa i carabinieri delle Stazioni di Limbadi e Nicotera, unitamente ai militari dell’Arma dei “Cacciatori di Calabria”, hanno tratto in arresto Roberto Seva, 27 anni, di Limbadi. Sotto alcune tavole di carpenterie i carabinieri hanno trovato diversi proiettili per pistola e tre detonatori debitamente occultati. Le munizioni sono state sequestrate, mentre Seva, in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria di Vibo Valentia è stato posto agli arresti domiciliari. Domattina la direttissima dinanzi al Tribunale monocratico. Il 27enne è difeso dall’avvocato Francesco Sabatino.