Tentò di accoltellare a Pizzo un pensionato, misura cautelare per una 54enne

 La donna con problemi psichiatrici aveva riferito ai carabinieri di voler uccidere il rivale appena uscita dall’ospedale

 La donna con problemi psichiatrici aveva riferito ai carabinieri di voler uccidere il rivale appena uscita dall’ospedale

Informazione pubblicitaria

Il gip del Tribunale di Vibo Valentia, Gabriella Lupoli, ha emesso una misura cautelare di sicurezza provvisoria di ricovero in un luogo di cura a carico di F.P., 54 anni, di Pizzo Calabro, pensionata con problemi psichiatrici. La donna è stata giudicata socialmente pericolosa ed è stata pertanto prelevata dai carabinieri della Stazione di Pizzo Calabro, guidati dal maresciallo Paolo Fiorello, dal reparto di psichiatria di Lamezia Terme ove era stata ricoverata in regime di trattamento sanitario obbligatorio a seguito dei fatti accaduti il 6 febbraio scorso e trasportata in una struttura riabilitativa della provincia di Cosenza. Il provvedimento è stato emesso a seguito di richiesta avanzata dai carabinieri di Pizzo Calabro al pm della Procura di Vibo, Filomena Aliberti.

La donna è stata infatti colta in flagranza di reato il 4 febbraio scorso in piazza della Repubblica a Pizzo nel tentativo di accoltellare un pensionato di Pizzo, pure lui con problemi psichiatrici. Provvidenziale si era rivelato nell’occasione l’intervento dei carabinieri che avevano provveduto prontamente a bloccare e disarmare la donna di un coltello da cucina lungo 20 centimetri ed avente una lama di dieci centimetri. Il pensionato per difendersi aveva lanciato contro la donna delle sedie in plastica presenti in uno dei bar della piazza. La donna aveva riferito ai carabinieri che una volta uscita dall’ospedale avrebbe finito quanto già iniziato, ovvero che avrebbe ucciso il pensionato A.M.. Da qui la misura cautelare di sicurezza emessa dal gip.