Raid vandalico al cimitero di Nicotera, profanata la cappella dell’ex sindaco Reggio

Danni all’interno dei loculi e scritte intimidatorie sui muri esterni indirizzati al figlio dell’ex amministratore Manuel, segretario cittadino del Pd

Danni all’interno dei loculi e scritte intimidatorie sui muri esterni indirizzati al figlio dell’ex amministratore Manuel, segretario cittadino del Pd

Informazione pubblicitaria

Raid vandalico al camposanto di Nicotera. La notte tra martedì e mercoledì ignoti hanno scavalcato il muro di cinta e hanno raggiunto la zona Sud del cimitero vecchio dove, a margine del viale principale, sorge l’edificio funerario preso di mira, e hanno distrutto alcuni loculi di proprietà della famiglia dell’ex sindaco Salvatore Reggio.

A rendere il gesto sacrilego ancora più inquietante un chiaro messaggio intimidatorio indirizzato al figlio dell’ex primo cittadino, Manuel, 34 anni, segretario cittadino del Partito democratico nicoterese. Sui muri della cappella della famiglia, infatti, i vandali con una vernice nera si sono rivolti all’esponente politico minacciandolo di morte.

Sull’episodio indagano i carabinieri della Stazione di Nicotera, allertati dal custode, il primo a dare l’allarme.

Già in passato Manuel Reggio è stato vittima di “avvertimenti” di chiara matrice criminale.