Legnaia in fiamme a Mileto: è del 76enne che aggredì il fratello con l’ascia

È la seconda volta in pochi giorni che Domenico Grillo, che si trova in carcere per l’aggressione al congiunto, subisce un incendio ai danni di una sua proprietà

È la seconda volta in pochi giorni che Domenico Grillo, che si trova in carcere per l’aggressione al congiunto, subisce un incendio ai danni di una sua proprietà

Informazione pubblicitaria

Nuovo incendio nella serata di ieri a Mileto. A finire avvolta dalle fiamme, per cause ancora da accertare, una legnaia di proprietà di Domenico Grillo, 76enne del posto, già protagonista il 9 febbraio scorso di un episodio di cronaca, allorquando, nel corso di una lite con un suo fratello, ha aggredito lo stesso e sua moglie con un’ascia ferendo lievemente i due malcapitati prima di essere arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio.

Lite a colpi d’ascia tra fratelli: tragedia sfiorata a Mileto

Nella stessa giornata, una parte della stessa proprietà presa di mira ieri, era andata a fuoco cagionando la morte di 4 maialini. L’ultimo episodio ha coinvolto, come detto, una legnaia andata quasi completamente distrutta dalla fiamme. Tempestivo l’intervento dei Vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia che sono riusciti a sedare completamente il rogo solo dopo qualche ora evitando che lo stesso si propagasse agli immobili vicini.

Porcilaia in fiamme a Mileto, quattro animali morti nel rogo

Sul posto, per i rilievi del caso, si sono portati anche i militari della locale Stazione dei carabinieri agli ordini del maresciallo Alessandro Demuru.