Traffico di smartphone rubati, indagini della polizia anche a Tropea

I telefonini, recuperati in mezza Italia, erano stati sottratti in estate a diversi turisti e vacanzieri

I telefonini, recuperati in mezza Italia, erano stati sottratti in estate a diversi turisti e vacanzieri

Informazione pubblicitaria

Avevano rubato nei mesi estivi una discreta quantità di smartphone ai turisti in vacanza lungo la costa vibonese ed in particolare a Tropea. Ma non avevano fatto i conti con le investigazioni della polizia che, attraverso mirate indagini tecniche, è riuscita a risalire ai possessori dei telefonini ed a recuperarli per restituirli ai legittimi proprietari.

Gli smartphone erano stati immessi sul mercato clandestino dei telefonini di mezza Italia, rivenduti a prezzi concorrenziali e privati dell’originaria scheda telefonica. Un accorgimento che è servito a poco, atteso che gli agenti del posto fisso di polizia di Tropea, diretti dall’ispettore Vincenzo Filangieri, unitamente ai colleghi di altri commissariati italiani, sono riusciti a venire a capo del vasto giro di telefonini oggetto di ricettazione per restituirli ai legittimi proprietari.

Le indagini sono ancora in evoluzione e promettono nuovi sviluppi per assicurare alla giustizia anche gli autori dei furti.