Disagi all’Ufficio ticket: l’Asp si scusa e avvia verifiche interne

L’Azienda sanitaria precisa l’assenza dei tre operatori per malattia e la volontà di approfondire la vicenda, senza dimenticare «gli sforzi finora effettuati per evitare lunghe file agli sportelli»

L’Azienda sanitaria precisa l’assenza dei tre operatori per malattia e la volontà di approfondire la vicenda, senza dimenticare «gli sforzi finora effettuati per evitare lunghe file agli sportelli»

Informazione pubblicitaria

La temporanea chiusura dell’Ufficio ticket di Moderata Durant che si è verificata lo scorso 21 febbraio, aveva provocato disagi agli utenti. Per sedare i malumori, infatti, oltre alla mediazione degli esponenti Cittadinanzattiva, erano intervenuti gli agenti della Polizia. Sulla questione l’Asp di Vibo Valentia ha inteso chiarire alcuni aspetti.

«Nel porgere le scuse agli utenti per i disagi che hanno subito in tale circostanza è altresì doveroso precisare – si legge in una nota diffusa alla stampa – che si è trattato di un evento eccezionale e imprevedibile dovuto alla contemporanea assenza per malattia di tre operatori, nei confronti dei quali sono state avviate le verifiche del caso per eventuali provvedimenti sanzionatori».

Tuttavia, si evidenzia che un episodio simile non deve «vanificare gli sforzi che questa Azienda Sanitaria ha effettuato in questi mesi con l’intento di evitare le lunghe attese davanti agli sportelli». A partire dal potenziamento delle fasce orarie di accesso alle postazioni ticket da parte dei cittadini, e dalla possibilità di prenotare e di regolarizzare l’impegnativa anche in orari pomeridiani.

«L’Asp continua nell’impegno di migliorare un servizio ai cittadini – conclude la nota – nonostante le note difficoltà oggettive dovute alla riduzione del personale».