Latitanza di Pietro Accorinti, una scarcerazione

Il Riesame dispone l’obbligo di firma per il muratore di Pernocari dove era stato catturato il 58enne di Zungri
Il Riesame dispone l’obbligo di firma per il muratore di Pernocari dove era stato catturato il 58enne di Zungri
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Lascia gli arresti domiciliari per l’obbligo di firma Giuseppe Petracca, muratore di 50 anni, di Pernocari di Rombiolo, arrestato il 9 dicembre scorso dai carabinieri con l’accusa di procurata inosservanza di pena in quanto avrebbe la sua abitazione messo a disposizione del latitante Pietro Accorinti, 58 anni, di Zungri (giovedì Accorinti di nuovo arrestato nell’operazione “Rinascita” insieme ai fratelli Giuseppe e Ambrogio). E’ quanto disposto dal Tribunale del Riesame in accoglimento di una richiesta dell’avvocato Giuseppe Bagnato. Pietro Accorinti si era reso irreperibile dovendo scontare un cumulo di pene di un anno e sei mesi.

Informazione pubblicitaria