VIDEO | Marisa Manzini torna a Vibo dopo “Black money”: «Qui resta lo Stato»

Il procuratore aggiunto di Cosenza, intervenuto questa mattina al Liceo Morelli, lancia un monito ai vibonesi dopo la sentenza del processo ai Mancuso: «Continuate a credere nelle Istituzioni»

Il procuratore aggiunto di Cosenza, intervenuto questa mattina al Liceo Morelli, lancia un monito ai vibonesi dopo la sentenza del processo ai Mancuso: «Continuate a credere nelle Istituzioni»

Informazione pubblicitaria

Una raffica di assoluzioni ed una coda polemica che ha trovato ampio spazio anche sulla stampa. “Black money”, il più importante processo di mafia degli ultimi anni a Vibo Valentia, chiude il suo primo grado disattendo le richieste di pena formulate dalla pubblica accusa.

Ma era anche l’ultimo processo a Vibo per Marisa Manzini, oggi procuratore aggiunto a Cosenza. «Io penso – ha detto il magistrato intervenendo questa mattina al liceo Morelli alla presentazione dell’ultimo libro di monsignor Bertolone – che Vibo Valentia sia un territorio che ha tantissime possibilità di venire fuori da una situazione di stallo ed incancrenimento. Ci sono – ha aggiunto – su questo territorio delle realtà criminali molto forti ma ci sono delle persone che hanno tutti gli strumenti e che sono attrezzate per poterle sconfiggere».

Monsignor Bertolone agli studenti vibonesi: «Siete voi la speranza» (VIDEO)

Dall’alto magistrato è giunto poi anche un messaggio forte ai vibonesi, chiamati a continuare a credere nella missione delle Istituzioni. «Questa popolazione – ha detto – deve continuare a credere nello Stato perché è presente e lo è con rappresentanti che meritano il plauso di tutti per la loro professionalità e per la loro fermezza nel credere in valori che sono i valori a cui tutti noi crediamo».