martedì,Maggio 18 2021

Rinascita-Scott, quei rapporti disinvolti tra politica e clan – Video

Dalle carte dell’inchiesta traspare netta la logica di interscambio e mutuo soccorso. Il quadro che emerge è desolante e sembra destinato ad allargarsi

Rinascita-Scott, quei rapporti disinvolti tra politica e clan – Video

C’è il politico che, una volta eletto in consiglio regionale, fece assumere nella sua struttura speciale la congiunta del faccendiere del boss. C’è l’altro che per ricevere grandi elettori poco raccomandabili si rintanava nella saletta di un bar fingendo che si trattasse di incontri casuali. C’era l’altro, dalle pessime frequentazioni, ancora che prima portava messe di voti al centrosinistra, venendo poi lautamente stipendiato dalla Regione, ed in seguito, cambiato il vento, la portò al centrodestra.

E’ un quadro desolante quello che emerge dalle migliaia di pagine dell’inchiesta “Rinascita Scott”, che restituisce plasticamente la metastasi della politica vibonese ad ogni livello. Un’indagine avviata nel 2014, che ha registrato un’accelerazione nel 2016 e che alla fine del 2019 ha raggiunto la svolta con la maxi-retata del 19 dicembre. Nicola Adamo, LuigiIncarnato, GianlucaCallipo, PietroGiamborino vengono raggiunti da misuracautelare, ma il quadro dei politici interessati a quest’inchiesta – indipendentemente da quanti oggi risultano formalmente indagati – potrebbeallargarsi, perché le situazioni a dir poco imbarazzanti che emergono dalle investigazioni condotte dal Ros e dal Nucleo investigativo dell’Arma di Vibo Valentia aprono vere e proprie autostrade. Non è salva alcuna competizione: dalle comunali di Vibo Valentia (comprese le primarie del 2015) a quelle di alcuni centrivicini, alle regionali, alle europee, alle ultimepolitiche

Ci sono le dichiarazioni dei pentiti a pesare come macigni, ma ci sono anche le intercettazioniarendereilquadrocristallino. Un quadro, alla vigilia delle regionali 2020, drammaticamente attuale, con gran parte dei protagonisti i cui nomi (nel bene o nel male) affiorano dalle carte dell’inchiesta praticamenteincampo.

LEGGI ANCHE: “Rinascita”: i lavori pubblici a Vibo “manovrati” da Giamborino e Adamo

top