mercoledì,Settembre 22 2021

“Tutti con Gratteri”, migliaia di adesioni alla manifestazione di Catanzaro

Cresce l’attesa per l’evento che porterà in piazza nel capoluogo di regione quanti intendono manifestare vicinanza al procuratore capo della Dda e alle forze dell’ordine. L'evento in diretta tv e streaming su LaC

“Tutti con Gratteri”, migliaia di adesioni alla manifestazione di Catanzaro
Nicola Gratteri in conferenza stampa per Rinascita-Scott

Si susseguono ormai da giorni senza soluzione di continuità le adesioni alla manifestazione indetta per sabato 18 gennaio a Catanzaro a sostegno del procuratore capo della Direzione distrettuale antimafia Nicola Gratteri. Associazioni, organizzazioni di rappresentanza, esponenti del mondo politico ed imprenditoriale, semplici cittadini: a migliaia hanno già manifestato la volontà di aderire alla manifestazione che si terrà alle ore 11 di fronte al Palazzo di giustizia del capoluogo di regione per manifestare vicinanza al procuratore e al pool di magistrati che collaborano con lui e con tutte le forze dell’ordine. Non si arresta, dunque, l’ondata di vicinanza alla magistratura catanzarese e agli uomini in divisa sortita già all’indomani della maxi-inchiesta Rinascita-Scott che ha colpito le ‘ndrine del Vibonese scoprendo inquietanti connivenze con il mondo politico istituzionale e portando all’esecuzione di oltre 330 misure cautelari. Già il 24 dicembre scorso, la società civile aveva manifestato il proprio consenso per l’operato di giudici e carabinieri scendendo in strada a Vibo, per un corteo promosso da Libera al quale avevano preso parte oltre 2000 persone.

Si replica dunque il 18 gennaio a Catanzaro su impulso del “Comitato spontaneo di prossimità” che intende riportare in primo piano “l’immenso e coraggioso lavoro che Gratteri, i suoi magistrati e le forze dell’ordine stanno realizzando tra mille difficoltà per la Calabria. I cittadini si propongono quale scudo etico, civico di questi rappresentanti delle istituzioni nel loro impegno, a rischio della vita, per ‘liberare’ la Calabria dal male peggiore che la soffoca, la stritola e la sottomette ogni giorno di più”. L’iniziativa, si aggiunge, “è priva di connotazioni ideologiche e politiche. Nessuno slogan, solo un senso di vicinanza e di prossimità. Cittadine e cittadini – si aggiunge – liberamente uniti solo da uno scopo: schierarsi al fianco delle istituzioni, quando da queste si sentono tutelate e le vedono rappresentate da servitori che ne incarnano i valori. Non facciamoli sentire soli: in passato abbiamo assistito inermi a forme di isolamento nei confronti del pool antimafia di Palermo (Rocco Chinnici, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino). Non deve succedere mai più, né in Calabria, né altrove».

Migliaia, dunque, le presenze che si prevedono a Catanzaro. Decine gli autobus già prenotati per l’occasione, alcuni dei quali messi a disposizione direttamente dalle amministrazioni comunali che hanno appoggiato le richieste dei comitati locali. All’evento sarà dedicata una diretta televisiva predisposta dal network LaC-Pubbliemme (che ha dato la sua adesione ufficiale alla manifestazione) e che verrà trasmessa da Lac Tv, sul canale 19 del digitale terrestre, e in streaming sui canali social e sui siti del network (lacnews24.it; ilvibonese.it; ilreggino.it).

top