martedì,Luglio 27 2021

Tentano di riprendersi il trattore dopo il sequestro, arrestati padre e figlio di Serra

I due hanno seguito il camion che trasportava il mezzo agricolo al deposito giudiziario, aggredendo e minacciando l’autista

Tentano di riprendersi il trattore dopo il sequestro, arrestati padre e figlio di Serra
Il trattore provento di furto

Due persone sono state arrestate dai Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di SerraSanBruno, unitamente ai militari delle Stazioni Carabinieri Forestali di Serra San Bruno e di Vallelonga, a Simbario, nel corso della serata di ieri. Si tratta di Alberto e VittorioEmanuele, di 65 e 35 anni, entrambi di Serra San Bruno, rispettivamente padre e figlio, per il reato di rapina. Nella mattinata di ieri i militari, a seguito di una perlustrazione nel centro del Vibonese, hanno rinvenuto un trattore, privoditarga, con numero di telaio che identificava il mezzo quale proventodifurtodenunciatoinSicilia nel 2007.
  

A seguito di ciò, i militari hanno contattato una ditta autorizzata al fine di prelevareilmezzoagricoloperilsuccessivodepositogiudiziario a diposizione dei magistrati della Procura competente. Nel pomeriggio ,il carro attrezzi della ditta, con a bordo il trattore precedentemente sequestrato, ha iniziato il viaggio verso il deposito giudiziale di Vibo Valentia quando, all’uscita di Serra San Bruno, è stato seguito da una vettura, una Fiat Panda, con a bordo un uomo che ha intimato al conducente di fermarsi. Si trattava di Alberto Emanuele che ha minacciato e strattonato l’autista del mezzo al fine di farsi consegnare il mezzo agricolo trasportato, rivendicandone la proprietà. L’autista del carro attrezzi ha invitato l’uomo a rivolgersi ai Carabinieri poiché il mezzo era stato precedentemente sequestrato. Il carro attrezzi ha ripreso la marcia verso Vibo Valentia sulla SS 713 bis. L’autista del mezzo si è accorto di essere ancora seguito dalla vettura Fiat Panda che lo aveva fermato in precedenza ed ha allertato i Carabinieri, sollecitandone l’intervento. 

Nel frattempo è giunta una seconda vettura, una Volkswagen Tiguan, condotta da un giovane che ha provato a sbarrare la strada al carro attrezzi, invadendo la sua corsia, senza però riuscirci. Il carro attrezzi si è diretto verso la sede della compagnia Carabinieri seguito dalle due autovetture che hanno affiancato il mezzo costringendolo ad arrestare la marcia. A questo punto, i due sono scesi dai rispettivi mezzi intimando con foga all’indirizzo dell’autista del carro attrezzi di consegnare il trattore oggetto di sequestro. Uno dei due, il più anziano, ha colpito il carro attrezzi con un bastone tentando di aggredire l’autista che, però, si era allontanato Un carabiniere forestale libero dal servizio, vista la scena, è intervenuto. Dopo pochi istanti sono giunte in supporto le pattuglie della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Serra San Bruno e della Stazione Forestale dei Carabinieri dello stesso centro. I due, quindi, sono stati accompagnati in caserma ed arrestati successivamente per rapina. Ora sono agli arresti domiciliari.

top