Pizzo, “Ali di fata” promuove una giornata di raccolta alimentare

Iniziativa dell’associazione culturale dedicato all’aiuto ai meno fortunati. Richiesti beni di prima necessità. Ecco come contribuire

Iniziativa dell’associazione culturale dedicato all’aiuto ai meno fortunati. Richiesti beni di prima necessità. Ecco come contribuire

Informazione pubblicitaria

Dopo l’inaugurazione della nuova sede e l’elezione per il rinnovo degli organi collegiali dell’Associazione “Ali di fata” riprendono a pieno ritmo, a Pizzo, tutte le attività statutarie. Per questo, domenica 4 giugno, dalle 10 alle ore 20, nella nuova sede operativa, sita in via Martiri d’Ungheria, ex Palazzo Giudice di Pace, a Pizzo Marina si svolgerà la “Raccolta Alimentare”, una giornata dedicata all’aiuto per i meno fortunati, attraverso la raccolta di beni di prima necessità.

i beni richiesti sono alimenti di facile conservazione e stoccaggio (pasta, olio, tonno, pelati, legumi), prodotti per l’infanzia (pannolini, omogeneizzati, pappe) e per l’igiene della persona. Quanto raccolto sarà destinato a famiglie in difficoltà.

«Riprendiamo quest’attività – spiega l’associazione – riprendendo dal motto che già ci aveva accompagnato “Fai la spesa per chi è meno fortunato”. Attraverso le nostre azioni proviamo a dare un aiuto concreto a chi oggi si trova in difficoltà, sia con l’organizzazione delle mense sia attraverso queste raccolte alimentari».

Il presidente di “Ali di fata”, Eva Bono, rivolgendosi agli associati e ai cittadini tutti, quindi afferma: «Sono veramente contenta e soddisfatta che i pizzitani, e non solo, rispondano positivamente ai nostri inviti, partecipando alle attività e aiutandoci a far fronte alle richieste che arrivano quotidianamente all’associazione. Crediamo al nostro progetto e alla programmazione che portiamo avanti – ha aggiunto – e che vogliamo incrementare e solo grazie alle risposte positive riusciamo a ricaricarci nelle forze, nell’entusiasmo e nella voglia di crescere e fare sempre di più».