Mileto: 15 colpi di pistola nel pomeriggio contro cancello del Parco archeologico

Indagano i militari dell’Arma che hanno effettuato i primi rilievi. Nella notte era stata invece sparata la sede di una Cooperativa per migranti

Indagano i militari dell’Arma che hanno effettuato i primi rilievi. Nella notte era stata invece sparata la sede di una Cooperativa per migranti

Informazione pubblicitaria

Seconda sparatoria nel giro di poco più di 24 ore a Mileto. Nel pomeriggio, infatti, 15 colpi di pistola sono stati sparati all’indirizzo del cancello Parco archeologico di Mileto, non distante dal luogo dove nella notte è stata invece presa di mira la sede della Cooperativa “Sud per l’Europa” che ospita alcuni migranti lungo la strada che collega Mileto a Dinami e ricadente nel territorio di San Giovanni di Mileto.

I 15 colpi sono stati sparati con una o più pistole a tamburo, atteso che i carabinieri non hanno trovato sul posto alcun bossolo. Contro la sede della cooperativa per migranti “Sud per l’Europa”, colpita nel corso della notte, sono stati invece esplosi colpi di fucile e pistola.

Non ci sono elementi, al momento, per collegare i due episodi, pur se avvenuti in due luoghi non distanti fra loro. Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia e della Stazione di Mileto proseguono su più fronti per capire a chi fosse diretta quella che appare come un’intimidazione. 

A Mileto, dunque, già duramente colpita dall’omicidio del 16enne Francesco Prestia Lamberti, si continua a sparare. Il clima di paura ed intimidazione non accenna a placarsi.

Mileto: colpi d’arma da fuoco contro centro accoglienza per migranti