Ennesimo sbarco a Vibo Marina, in arrivo 400 migranti

Un nuovo approdo, il secondo in poco più di una settimana, interesserà lo scalo vibonese mercoledì. Già in moto la macchina dell’accoglienza che coinvolge forze dell’ordine e associazioni di volontariato

Un nuovo approdo, il secondo in poco più di una settimana, interesserà lo scalo vibonese mercoledì. Già in moto la macchina dell’accoglienza che coinvolge forze dell’ordine e associazioni di volontariato

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La macchina organizzativa della Prefettura di Vibo Valentia si è già messa in moto per fronteggiare un nuovo sbarco, l’ennesimo che interesserà lo scalo portuale di Vibo Marina: l’ottavo dall’inizio del 2017, il secondo in poco più di una settimana.

Informazione pubblicitaria

Solo il 13 giugno scorso, infatti, a bordo della nave “Diciotti” della Guardia Costiera, a Vibo Marina giunsero in oltre 1200. Questa volta ne sbarcheranno 400. Migranti originari per lo più dei Paesi dell’Africa Subsahariana e del Sud est asiatico, provenienti dalle coste libiche da dove prendono il via i “viaggi della speranza” alla volta dell’Europa.

Migranti, in 1251 approdano a Vibo Marina. C’è anche una salma (FOTO)

E la Calabria si trova sempre più ad essere crocevia su questa rotta, facendo da approdo alle navi delle Organizzazioni non governative e dei corpi militari impegnati nelle operazioni di soccorso in mare.

Come avvenuto oggi a Reggio Calabria dove la nave “Vos prudence” di Medici senza frontiere ha trasportato a terra oltre 1000 profughi. Al pari dello scalo reggino, quello di Vibo Marina si conferma dunque attracco “privilegiato” per le navi umanitarie e militari dei migranti, mettendo regolarmente alla prova un sistema di prima accoglienza che, finora, sul piano organizzativo, non ha mai mostrato particolari sbavature.

La stessa valutazione non si può tuttavia tranquillamente estendere alla rete dell’accoglienza territoriale che si trova a fronteggiare il numero crescente di minori non accompagnati che rimangono sul territorio provinciale e sotto la competenza del Comune capoluogo. Attualmente, in provincia di Vibo, le presenze di minori sono stimate in circa 600 unità.

Tra loculi anonimi e fiori appassiti: viaggio nel cimitero dei migranti a Bivona (VIDEO)