Dasà, nuove giornate di prevenzione promosse dal movimento “Aquila rossa”

Ha riscosso notevoli consensi la campagna di visite trilaterali organizzata a beneficio del cittadini e grazie alla collaborazione di enti e associazioni

Ha riscosso notevoli consensi la campagna di visite trilaterali organizzata a beneficio del cittadini e grazie alla collaborazione di enti e associazioni

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Si è concluso nei giorni scorsi, a Dasà, l’evento medico con visite trilaterali organizzato dal Movimento Aquila Rossa, in partenariato con la Lilt sezione di Vibo Valentia. 

Informazione pubblicitaria

Una campagna di screening gratuiti partita da sabato 10 giugno, quando, si legge in una nota, «grazie alla gentile concessione dei locali del dottor Pagano, si erano effettuati “Pap test” più visita senologica mentre, sabato 17 (grazie alla gentile concessione di una stanza da parte dell’amministrazione comunale) si è svolta la mappatura nei. Un metodo, una pratica di prevenzione quest’ultima che alcuni giovani portano avanti che in collaborazione con la Lilt (sensibile e sempre disponibile a tali richieste) e ormai consolidata da anni nella cittadina dasaese e vede sempre una risposta positiva». 

Screening tiroideo, a Dasà si fa prevenzione

A cornice di tali eventi, fa sapere il Movimento Aquila Rossa, la stessa associazioni ha «apportato delle migliorie per sollecitare all’ideale della prevenzione e della stima verso quelle donne che amano se stesse prevenendo. La propaganda è stata infatti effettuata da giovani donne della provincia di Vibo che hanno accolto la richiesta di “Aquila rossa” mettendoci la faccia con l’hastag: “Da Donna a donna, battiamolo sul tempo”, slogan stampato su manifesti poi diffusi tramite social network e nel paese». 

“La prima cosa bella”, a Dasà consigli su come prepararsi alla gravidanza

Una scelta, questa, che «ha colpito molto diversi cittadini e dottori addetti a queste visite per la calorosa risposta a questa richiesta innovativa e concreta. Inoltre, davanti alle porte delle stanze sono stati messi i “nastri rosa” da sempre emblema della prevenzione femminile. A conclusione una gerbera (sempre rosa) offerta dal Movimento alle donne visitate e dottori come regalo. Una macchina organizzativa – conclude il presidente di “Aquila Rossa” Claudio Gentile, che ha «quindi coinvolto tantissimi giovani e che dagli interlocutori è stata definita “impeccabile” ma, innanzitutto,  un tema, quello della prevenzione, che ormai sembra diventare a Dasà piacevole quotidianità».

Prevenzione del rischio cardiovascolare, successo per la giornata a tema organizzata a Dasà